Trento, 7 GIU – ​La sessione in aula del Consiglio provinciale di Trento di questa mattina, si è aperta con la discussione del question time.

In particolare, il consigliere Walter Viola (PT) ha chiesto alla Giunta se, in un’ottica di risparmio e di maggiore efficienza, stia verificando la possibilità di unificare Trentino Trasporti spa e Trentino Trasporti Esercizio spa. E, nel caso il governo provinciale condividesse la necessità dell’unificazione, quali potrebbero essere i tempi.

L’assessore ai Trasporti Gilmozzi – come riporta una nota della Provincia – ha risposto affermando che “sì, la Giunta ha tutta la volontà di accorpare le due società e nella nuova società anche l’aeroporto Caproni. Intanto, è stato nominato un unico CdA per ambedue le società: c’è una governance unica ed è stato dato il mandato al cda di avanzare una proposta, tenuto conto però che due società non hanno stessi soci. C’è poi la legge statale che non ha fatto chiarezza sulla gestione degli asset. Infine, si deve capire quale rapporto tenere col privato per servizi come il trasporto scolastico”.

Soddisfatto della risposta Viola. Sull’aeroporto Caproni ha sottolineato che la situazione è problematica, ma unificare i tre soggetti porterà benefici al territorio.