Reggio Emilia: videosorveglianza sui bus, Seta conferma la scelta. Il 24 illustrate le caratteristiche

Reggio Emilia, 22 GEN – In merito all’installazione di un sistema di videosorveglianza interna sulla flotta di Reggio Emilia, la Direzione aziendale di Seta conferma la propria intenzione di dare seguito all’impegno preso dal Consiglio di Amministrazione del 10 ottobre 2014. In tale occasione è stato deliberato uno stanziamento pari ad 1.683.000 euro per attuare una serie di interventi di miglioramento del parco mezzi reggiano, da realizzarsi nel corso del 2015. Tali interventi comprendono sia il rinnovo della flotta urbana ed extraurbana (acquisto di nuovi mezzi, rinnovo selleria, riqualificazione esterna/interna dei 52 mezzi alimentati a Gpl), sia l’installazione della videosorveglianza.

A tale proposito, si precisa che le apparecchiature individuate consentono la conservazione delle immagini registrate fino a due anni rispetto alla data in cui si è verificato l’evento, con scarico automatico giornaliero via wi-fi su server remoti protetti. Quindi – a differenza degli impianti presenti sulla flotta di Modena, che risalgono ad oltre dieci anni fa e le cui immagini devono essere cancellate ogni 7 giorni in ottemperanza alla legge sulla privacy – vi è la certezza che i filmati siano disponibili anche a distanza di molto tempo. Inoltre, la tecnologia con cui vengono realizzate queste telecamere digitali consente a Seta di poter accedere alle immagini registrate senza dover necessariamente ricorrere ad una specifica autorizzazione da parte degli organi di polizia permettendo, qualora venga segnalato un evento significativo, di intervenire con maggiore tempestività ed efficacia. Queste telecamere registrano anche le coordinate Gps del veicolo e la sua velocità, consentendo così una ricostruzione più precisa degli episodi filmati e fornendo dettagli preziosi alle Forze dell’ordine qualora ciò si rendesse necessario.

Tali dispositivi sono installati presso altre aziende di trasporto pubblico in Italia (Milano, Firenze,Cagliari, Napoli, Bergamo, Cesena, Forlì, Ravenna, Rimini, Parma, Bologna e diverse altre) e, a differenza di altre tipologie di impianti con telecamere fisse, possono essere sempre azionati a distanza anche da parte dell’autista, mediante un controllo remoto posizionato in prossimità del posto guida.

Tutto ciò considerato, riteniamo quindi pienamente giustificato l’investimento realizzato e ne confermiamo la validità ed il prossimo avvio dell’installazione sui mezzi.

Al Forum sul trasporto pubblico locale reggiano, previsto per sabato 24 gennaio, Seta parteciperà con un proprio tecnico al fine di illustrare le caratteristiche del sistema.