Palermo: messa in tensione linea tranviaria Terminal Roccella/p.zza Scaffa e Roccella/Deposito Roccella

Palermo, 3 GIU – L’azienda di trasporti palermitana ha diramato un avviso di messa in tensione delle condutture di contatto dei binari. Il tratto interessato dalla messa in tensione si sviluppa nel Comune di Palermo con partenza dal Capolinea del Terminal  Roccella e percorso verso le successive fermate che sono: Laudicina, Di Vittorio, Reber, XXVII Maggio, Bacile, Sperone, Bione, Amedeo d’Aosta, Missori, San Giovanni dei Lebbrosi, Ponte Ammiraglio (che funge da Capolinea provvisorio).
Le suddette fermate ricadono nelle  vie Pecoraino, Piazza dei Vigili del Fuoco, via Laudicina, via Di Vittorio, via XXVII Maggio, via Pecori Giraldi, via Portella della Ginestra, via Padre Puglisi, via Amedeo d’Aosta, Corso dei Mille (sino a Piazza Scaffa).

Si da avviso che a partire dalle ore 16,00 del giorno 5 GIUGNO 2014 verranno  posate in opera e messe in tensione le condutture aeree di contatto della tranvia fra il CAPOLINEA DEL TERMINAL ROCCELLA E PIAZZA SCAFFA (FERMATA PONTE AMMIRAGLIO); E DAL TERMINAL ROCCELLA AL DEPOSITO ROCCELLA (VIA PECORAINO, ZONA CENTRO COMMERCIALE FORUM), alla tensione nominale di 750 Volt in corrente continua.

Tali condutture aeree, sono supportate in quota (superiore a 5 metri dal piano stradale) mediante pali, mensole e funi di sospensione, posti all’interno o in adiacenza della sede Tranviaria.

DAL 5 GIUGNO 2014 le predette condutture dovranno essere considerate “PERMANENTEMENTE IN TENSIONE”.

❖ Di conseguenza “dovranno essere evitati in modo assoluto”:
•    qualsiasi contatto diretto o indiretto con i conduttori della linea aerea di contatto;
•    contatti con qualsiasi pianta od oggetto che dovessero trovarsi in contatto continuo o discontinuo con i conduttori;
•    avvicinamenti ai conduttori ad una distanza inferiore a 1,00 metri con attrezzi quali scale, pertiche o simili. Gli attrezzi dovranno essere trasportati in posizione orizzontale;
•    attraversamenti della linea tranviaria (e zone limitrofe) con veicoli che superano in altezza la sagoma stradale ammessa, ivi comprese le persone eventualmente trasportate sul carico;
•    istituzione di cantieri esterni su fabbricati che si affacciano sulla tranvia ovvero cantieri di qualsiasi tipo che operano a distanza inferiore a 5 metri.

In caso di eventuale infortunio a persone lungo la linea, si invita chiunque si trovi nelle vicinanze a contattare immediatamente il

Numero di Emergenza   ( PRONTO SOCCORSO ) : 118

Si informa, altresì, la cittadinanza circa la pericolosità di eventuali manovre di soccorso all’infortunato, per il rischio di entrare in contatto con i conduttori o con altri oggetti in tensione. In ogni caso bisogna accertarsi dell’avvenuta disalimentazione delle linee in tensione e della loro messa a terra.”

Dalla suddetta ora e data QUALSIASI EMERGENZA DOVRA’ ESSERE SEGNALATA AI NUMERI TELEFONICI:
–    Sala operativa Vigili Urbani:  091-6954111
–    Vigili del Fuoco:                   115

La Linea 1 collega il Terminal Roccella con Piazza Scaffa con due binari elettrificati nella tratta Terminal Roccella-Piazza Scaffa (fermata Ponte Ammiraglio) ed il Terminal Roccella al Deposito tram di Roccella (via Pecoraino, Zona centro Commerciale Forum) con l’asta di collegamento a singolo binario.
La prima tratta (a doppio binario) ha origine alla fermata capolinea del Terminal  Roccella sito in via Pecoraino, percorre Piazza dei Vigili del Fuoco, via Laudicina, via Di Vittorio, via XXVII Maggio, via Pecori Giraldi, via Portella della Ginestra, Via Padre Puglisi, via Amedeo d’Aosta e Corso dei Mille, sino al capolinea provvisorio di Ponte Ammiraglio sito in Piazza Scaffa.
La seconda tratta (a singolo binario) collega lo stesso Terminal Roccella con il Deposito tram di Roccella ubicato nelle immediate vicinanze (circa 500 mt) proseguendo verso est sulla via Pecoraino.
La sede tranviaria sarà delimitata mediante barriere di separazione alte circa 1 metro da quella stradale; i binari sono due e paralleli, il sistema di marcia è “a vista” e le interferenze con le strade ordinarie sono regimentate attraverso sistemi semaforici con priorità della circolazione al tram rispetto al transito veicolare e pedonale.
La trazione dei tram è elettrica, pertanto i due binari, ciascuno specializzato per un senso di marcia (escluse situazioni di emergenza), saranno elettrificati con la posa in quota (superiore a 5 metri) di conduttori posti in prossimità dell’asse dei binari, sorretti da mensole montate su appositi pali. La tensione di alimentazione dei conduttori è di 750 Volt corrente continua.