Nuove tecnologie e infrastrutture per la rete ferroviaria siciliana. Investimento per 5 milioni

Palermo, 23 DIC – Più tecnologia e più infrastrutture per la rete ferroviaria regionale.
Si sono conclusi nei giorni scorsi una serie di interventi realizzati da Rete Ferroviaria Italiana per potenziare e migliorare la fruibilità del servizio ferroviario in Sicilia.
In particolare, sulla linea Messina – Catania è stato attivato, a Fiumefreddo, il nuovo apparato di stazione che, inserito nel sistema di gestione centralizzata della circolazione dei treni, consente al sala operativa di Palermo di regolare, a distanza, il traffico ferroviario con una maggiore flessibilità e una più tempestiva e puntuale diffusione delle informazioni al pubblico.
Sulla linea Palermo-Messina, invece, un nuovo sottopasso pedonale a Campofelice di Roccella migliora l’accessibilità ai binari e agevola le operazioni necessarie alla gestione degli incroci dei treni.
A Bagheria è stato prolungato il sottopasso e realizzato un nuovo marciapiede a servizio del quarto binario, dove è stato installato anche un teleindicatore per le informazioni sui treni in arrivo o partenza su quella banchina.
Investimento complessivo circa 5 milioni di euro.
Inoltre, nell’ambito del progetto di raddoppio del “Passante Ferroviario” di Palermo, sono stati ultimati i lavori di realizzazione della nuova fermata “Roccella”.
Il nuovo impianto, ubicato al chilometro 4+369 della linea Palermo – Messina, sorge fra le stazioni di Bagheria e Palermo Brancaccio, integrato nell’area industriale del Capoluogo e contiguo ai grandi centri commerciali della città.
La nuova fermata costituisce punto di interscambio con il costruendo “Tram di Palermo” nel tratto di linea “Stazione Centrale – Roccella”.