Linea Treviso-Portogruaro: completamente rinnovato il sistema di informazioni al pubblico

Venezia, 27 NOV – Completamente rinnovate le periferiche audio e video del sistema di informazioni al pubblico nelle stazioni di Annone Veneto, Motta di Livenza, Gorgo al Monticano, Oderzo, Ponte di Piave, Fagarè, San Biagio di Callalta e Olmi Spercenigo, sulla linea Treviso – Portogruaro.

Ogni impianto è stato dotato di un nuovo sistema audio per gli annunci sonori, che si avvale di diffusori direzionali per minimizzare le emissioni verso le abitazioni vicine.

Per una migliore visibilità delle informazioni ai viaggiatori, sono stati installati nuovi monitor a LED sui marciapiedi dei binari.

È stata realizzata una nuova postazione per la gestione del sistema dal Posto Centrale della Sala SCC* di Mestre. Per la trasmissione dati è stata utilizzata la nuova fibra ottica posata lungo la linea, che permette maggiori prestazioni e affidabilità rispetto ai cavi di rame. Il nuovo sistema è interfacciato con la piattaforma che monitora in tempo reale l’andamento dei treni. L’erogazione delle informazioni ai viaggiatori è quindi ora completamente automatizzata, le notizie relative alla circolazione dei convogli risultano più esatte e tempestive, specie in caso di situazioni perturbate.

Tutte le apparecchiature sono controllate da remoto dai tecnici della manutenzione di Rete Ferroviaria Italiana.

Investimento circa 400mila euro.

* SCC (Sistema di Comando e Controllo) e SCC-AV (evoluzione per le linee AV/AC): è il più avanzato sistema di gestione integrata della circolazione in uso in campo ferroviario sulle direttrici fondamentali e nei principali nodi ferroviari metropolitani.

Con l’SCC il traffico ferroviario è supervisionato – con tecnologia elettronica e informatica che gestisce componenti ed apparati di diversa tecnologia elettromeccanica e computerizzata – da un unico Posto centrale, che ha giurisdizione su un’area estesa per centinaia di chilometri, caratterizzata da importanti flussi di traffico (sia merci sia passeggeri) e da elevate velocità di marcia dei treni.

L’SCC consente di gestire in modo integrato anche la diagnostica e la manutenzione degli apparati di linea e di stazione (prevenzione dei guasti), l’informazione al pubblico e la videosorveglianza di stazioni e fermate e di semplificare le procedure di gestione e ottenere la massima tempestività ed efficacia nella risoluzione dei problemi di circolazione anche su linee ad intenso traffico.