L’estate casentinese corre sulle rotaie. Un progetto che mette al centro la mobilità sostenibile

Arezzo, 3 LUG – L’Unione dei Comuni Montani del Casentino in collaborazione con LFI, il Dopo lavoro Ferroviario e Casentino Sviluppo e Turismo in vista della partecipazione al bando della Regione Toscana sulla valorizzazione delle linee ferroviarie minori ha predisposto un progetto da realizzarsi in occasione di alcuni degli eventi che caratterizzeranno l’estate casentinese con l’obiettivo di promuovere progetti che utilizzano il treno quale mezzo di trasporto, di mobilità sostenibile, per partecipare a manifestazioni, eventi utili a promuovere il territorio e scoprire il Casentino.
Tra gli obiettivi del progetto – ha spiegato l’Assessore al Turismo dell’Unione dei Comuni, Ivano Versari – consentire l’utilizzo del treno come mezzo di trasporto per raggiungere alcune località del Casentino, dare una più ampia visibilità e consentire una maggiore partecipazione in occasione di alcuni degli eventi che caratterizzeranno l’estate; promuovere il treno quale mezzo di trasporto, di mobilità sostenibile, incrementare l’utenza ordinaria e quella per fini turistici e culturali. Oltre a questo anche la valorizzazione delle linee ferroviarie minori anche per promuovere il patrimonio ambientale, culturale, territoriale e paesaggistico che caratterizza queste aree più marginali, ma sicuramente localizzate in contesti territoriali di elevata valenza storica, culturale ambientale e paesaggistica”.
“Credo fortemente nelle potenzialità che il turismo sostenibile può avere sul nostro territorio, anche come leva sempre più importante di carattere economico – spiega Maurizio Seri, neo Presidente di Lfi Spa – Per questo sono convinto della bontà e del potenziale strategico che questo progetto può assumere e che ci vede cooperare assieme ai comuni del Casentino e al Dlf per partecipare, con tutte le carte in regola, al bando promosso dalla Regione Toscana. Possiamo fare squadra per puntare allo sviluppo di un progetto ambizioso, che può incentivare l’utilizzo del treno come mezzo di trasporto pratico ideale per muoversi alla scoperta delle bellezze del Casentino. Questa direzione rappresenta uno degli obiettivi che intendo perseguire nel corso del mio mandato”.
“La Regione – spiega l’assessore ai trasporti Vincenzo Ceccarelli – ha recentemente varato una delibera per avviare un percorso di promozione delle linee ferroviarie più periferiche. E’ un primo passo in questa direzione sulla quale siamo fortemente impegnati. Questo progetto va certamente nella direzione indicata e mi auguro che molti utenti possano utilizzare il treno per partecipare agli eventi dell’estate casentinese e per scoprire le ricchezze di questo territorio”.
Il progetto si articola in due tipologie di intervento:
Il TRENO DEI SAPORI
Una domenica con il treno a vapore per assaporare storia, gastronomia, arte e natura nelle vallate aretine
Il “Treno dei Sapori” 2014, un evento che per quest’anno si terrà con cadenza mensile: ogni prima domenica del mese, da Maggio a Dicembre, in concomitanza con la Fiera Antiquaria di Arezzo.
Il “Treno dei Sapori” è un evento che ha lo scopo di sviluppare un turismo che cerca di coniugare l’arte con la salute, la cucina con il divertimento, e l’artigianato del passato con l’eccellenza di alcune produzioni attuali, proponendo poi l’emozione di un viaggio con il treno a vapore, da rivivere con la gioia che dà un tuffo nel passato.
TRENI SPECIALI PER IL CASENTINO
Il viaggio è comodo e conveniente, il rientro è sicuro
Un treno speciale per offrire una opzione di rientro fuori dall’orario ordinario dal Casentino utilizzando il servizio pubblico su rotaia, in occasione di importanti iniziative culturali e gastronomiche che smuovono flussi di persone, le quali possono raggiungere le località poste lungo la linea Arezzo-Stia con treni ordinari. Non rinunciare alla comodità ed alla sicurezza di un viaggio “senza pensieri”.
DATE
19 luglio Birbiena, una rassegna di Birra artigianale che quest’anno ospiterà 10 birrifici provenienti da varie parti d’Italia, tutti di altissima qualità.
Orario: 21.00 da Arezzo – 1.00 da Pratovecchio Stia
20 luglio Pianoforte, Pratovecchio Stia, musica sostenibile nell’Appennino Toscano con treno storico.
Orario: 16.30 da Arezzo – 22.00 da Pratovecchio – 00.30 da Pratovecchio
23 agosto Gusto dei Guidi a Poppi, la grande mostra mercato dei vini di toscana e dei prodotti tradizionali e biologici casentinesi, giunta alla sua 18^ edizione, una delle “Feste Sagge” riconosciute dall’Ecomuseo del Casentino. Orario: 21.00 da Arezzo – 1.00 da Pratovecchio Stia
20 settembre Bierfest a Pratovecchio, da oltre 25 anni il Gemellaggio con la città tedesca di Uffenheim testimonia la vocazione europeista e di apertura verso i popoli e le culture di Pratovecchio e della nostra gente.
Orario: 20.45 da Arezzo – 1.00 da Pratovecchio Stia