Le FS Italiane collaborano con Regione Veneto e Regione Umbria per la gestione delle emergenze

Venezia, 4 DIC – Maggiore collaborazione tra FS Italiane e Protezione Civile del Veneto, formazione specifica, flussi comunicativi efficaci e esercitazioni congiunte.

Queste le principali novità della convenzione tra Ferrovie dello Stato Italiane e Regione Veneto, firmata oggi a Roma dal Direttore Centrale di Protezione Aziendale del Gruppo FS Italiane, Franco Fiumara, e dal Direttore della Protezione Civile del Veneto, Roberto Tonellato.

Le sinergie tra Protezione Civile della Regione Veneto e Gruppo FS, sin dal 2010, si sono sempre più rafforzate ed hanno creato un’efficace collaborazione nella gestione delle criticità. L’accordo di oggi si inserisce nel quadro della convenzione fra FS Italiane e il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, firmata nel 2008 e rinnovata nel 2013. Prevede alcune novità nella collaborazione tra i due soggetti: le intese per l’assistenza alla popolazione colpita da calamità naturali; l’organizzazione di esercitazioni congiunte, in particolare per la sicurezza nelle gallerie ferroviarie, organizzata anche nella Scuola Superiore della Protezione Civile della Regione; la collaborazione reciproca nella comunicazione ai viaggiatori e alla popolazione in casi di criticità e la diffusione della cultura di prevenzione del rischio.

Il gruppo di lavoro FS – Regione Veneto ha già conseguito risultati positivi in occasione di importanti eventi territoriali come il Carnevale di Venezia, la visita del Santo Padre (maggio 2011), l’emergenza freddo del 2012 e lo studio per l’installazione degli idrometri sui ponti ferroviari; ha effettuato diverse esercitazioni ferroviarie e ha partecipato attivamente ai tavoli di lavoro relativi a infrastrutture critiche.

Stretta collaborazione anche per “Io non rischio”, la campagna di sensibilizzazione per la popolazione verso l’adozione di comportamenti idonei in caso di emergenze naturali, promossa dal Dipartimento della Nazionale della Protezione Civile.

FS Italiane hanno sottoscritto medesima convenzione anche con la Protezione Civile dell’Umbria. . Presenti il Direttore Centrale di Protezione Aziendale di Fs Italiane, Franco Fiumara, e per la Regione Umbria il Coordinatore ambito territorio, infrastrutture e mobilità Diego Zurli e il Direttore della Protezione Civile Sandro Costantini.

Le sinergie tra la Protezione Civile della Regione Umbria e il Gruppo FS, sin dal 2010, sono andate sempre più rafforzandosi verso una efficace collaborazione nella gestione delle criticità. L’accordo di oggi si inserisce nel quadro della convenzione fra FS Italiane e il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile, firmata nel 2008 e rinnovata nel 2013. Prevede alcune novità nella collaborazione tra i due soggetti: le intese per l’assistenza alla popolazione colpita da calamità naturali; l’organizzazione di esercitazioni congiunte, in particolare per la sicurezza nelle gallerie ferroviarie; attività di formazione congiunta; collaborazione reciproca nella comunicazione ai viaggiatori e alla popolazione in casi di criticità; diffusione della cultura di prevenzione del rischio.

Il gruppo di lavoro FS-Regione Umbria ha già conseguito risultati positivi in occasione di importanti eventi territoriali, come la visita di Papa Francesco ad Assisi del 4 ottobre 2013, la Marcia della Pace dell’ottobre 2014 e l’emergenza freddo del 2012; ha svolto efficacemente attività formativa verso volontari e funzionari della Protezione Civile del comune di Orvieto ed ha effettuato diverse esercitazioni ferroviarie (Galleria Castiglione ad Orvieto nel 2013 e Airone ad Antrodoco nel 2014).

Stretta collaborazione anche per “Io non rischio”, la campagna di sensibilizzazione per la popolazione verso l’adozione di comportamenti idonei in caso di emergenze naturali, promossa dal Dipartimento della Nazionale della Protezione Civile. La campagna è stata adeguatamente divulgata nelle stazioni e sui treni dell’Umbria.