Lazio: presentato il nuovo treno Vivalto al servizio della mobilità regionale

Roma, 2 OTT – E’ stato presentato oggi, presso la sala conferenze al binario 24 della stazione di Roma Termini, lo studio per il Piano regionale della Mobilità, dei Trasporti e della Logistica della Regione Lazio.
Presenti il Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, l’Assessore alle Politiche del Territorio, alla Mobilità e ai Rifiuti, Michele Civita, il professor Francesco Filippi, direttore del Centro di ricerca per i Trasporti e la Logistica dell’Università “La Sapienza” di Roma, l’Amministratore Delegato di Ferrovie dello Stato Italiane, Michele Mario Elia, e l’AD di Trenitalia, Vincenzo Soprano.
Al termine della presentazione del Piano regionale della Mobilità si è svolta, presso il binario 23, la cerimonia di consegna da parte di Trenitalia del decimo treno dei 26 Vivalto che la Regione Lazio mette al servizio della mobilità regionale. Si tratta del sesto Vivalto consegnato dal mese di luglio 2013 e sarà operativo sulle linee FL5 Civitavecchia – Roma e FL6 Cassino – Roma.
Il nuovo treno, si connota per una livrea completamente rinnovata, che caratterizzerà tutta la flotta regionale di Trenitalia. Il nuovo look si caratterizza da un forte contrasto tra lo sfondo antracite opaco e le marcate pennellate di colore, con colori giovani e freschi che intendono comunicare un senso e una cultura di modernità.
Il treno presentato oggi offre più di 700 posti a sedere distribuiti su 6 vetture trainate da una locomotiva E464 Bombardier, di ultima generazione, prodotta nelle officine di Vado Ligure.
I Vivalto, composti da 4 a 7 carrozze, prodotte negli stabilimenti di Ansaldo Breda, offrono una capacità di trasporto che spazia tra 469 e 847 passeggeri comodamente seduti in un ambiente efficacemente climatizzato. La capacità complessiva, includendo i passeggeri ammessi in piedi, si attesta tra 816 e 1452 persone, l’accesso al piano superiore avviene tramite una comoda scala diritta.
L’incarrozzamento a 650 mm dal piano del ferro permette agevole ingresso dalle banchine di stazione e le ampie porte, larghe 1800, mm consentono un comodo ingresso ed uscita dei passeggeri limitando i tempi di sosta in stazione.
Le carrozze sono concepite per offrire massimo confort e funzionalità per il passeggero, massimizzando fruibilità degli spazi e visibilità interna. Non mancano le prese 220V al posto, l’illuminazione a LED per il risparmio energetico e un efficace sistema informativo per i passeggeri. Le dotazioni per la sicurezza includono l’impianto per la rilevazione ed estinzione di incendi all’interno delle vetture.
La vettura all’estremità opposta al locomotore, la così detta “semipilota”, oltre alla cabina di guida per il telecomando del locomotore, è dotata di un ambiente per i diversamente abili e toilette dedicata, ed è attrezzata con un dispositivo per facilitare l’accesso anche da banchine ultra basse.
Dispone inoltre di un’area multifunzionale per trasporto di biciclette, sci e bagagli ingombranti.