Roma, 10 FEB – Si sono incendiati, nella giornata di venerdì, altri due mezzi della Cotral Spa: uno, modello Air Way della Iveco, sulla via Anticolana, nel comune di Fiuggi; l’altro, un bipiano della Neoplan, ad Anzio. 

Per quanto riguarda l’incendio del primo mezzo, l’episodio si conferma l’ennesimo di una serie similare che ha già impegnato l’Azienda a procedere ad accertamenti su un eventuale difettosità costruttiva di tale modello, mentre sono in corso da tempo incontri con la casa costruttrice per elaborare interventi straordinari sui mezzi stessi per evitarne la dismissione. A questo punto, infatti, è possibile ipotizzare che l’origine delle fiamme non sia riconducibile esclusivamente all’usura dei mezzi, ma anche a eventuali difettosità e/o debolezze dell’impiantistica di bordo.
Il principio di incendio divampato sul bipiano Neoplan, invece, si è originato da una luce di ingombro posta all’esterno del piano superiore. Questo mezzo era stato sottoposto a un’attività di riparazione del tetto, presso un’officina esterna, a causa di infiltrazioni di acqua. L’Azienda, in questo caso, trattandosi di un modello diverso dal primo e, dunque, non rientrante nella casistica degli Iveco, ha aperto un’inchiesta interna per verificare che le attività di riparazione siano state svolte nel rispetto delle regole.
In nessuno dei due casi di incendio di autobus Cotral, avvenuti nella giornata di oggi, si sono verificate situazioni di pericolo per passeggeri e personale. L’Azienda ringrazia gli autisti per la prontezza e la tempestività con cui hanno sollecitato l’intervento dei vigili del fuoco e tratto in sicurezza gli utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *