Bolzano: ok dalla Provincia ai nuovi contributi viaggio per pendolari: domande entro il 29 agosto

Bolzano, 3 GIU – Via libera della Provincia ai “nuovi” contributi per spese di viaggio a favore di lavoratori pendolari, ergoati cioè secondo i nuovi criteri. “Le risorse disponibili andranno a favore di coloro che si sobbarcano un lungo tragitto per raggiungere il posto di lavoro”, sottolinea l’assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner. Domande da subito e fino al 29 agosto.

Da subito e fino al 29 agosto possono essere inoltrate all’Ufficio provinciale trasporto persone – solo via Internet – le domande di contributo per spese di viaggio relative al 2013. “Per la prima volta vengono applicati i nuovi criteri concordati negli incontri tra l’Assessorato alla mobilità e i rappresentanti di lavoratori e consumatori”, sottolinea l’assessore Florian Mussner. L’obiettivo della revisione dei contributi viaggio è semplice: le risorse disponibili dovranno principalmente andare a favore dei lavoratori pendolari che effettivamente si sobbarcano un lungo tragitto per raggiungere il luogo di lavoro e di quelli che a causa del percorso o degli orari lavoratori non possono utilizzare i mezzi pubblici. “Un’ulteriore attenzione – spiega ancora Mussner – è riservata ai turnisti e a chi lavora nelle aree periferiche.”

In sintesi: ha diritto al contributo viaggio il pendolare che percorre per almeno 120 giorni all’anno più di 18 km per recarsi al lavoro in un tratto in cui non circola alcun bus di linea con cadenzamento minimo di 30 minuti. Si aggiungono poi criteri relativi alla distanza dalla più vicina fermata, le coincidenze fra orari di lavoro e orari di viaggio, i tempi di attesa. Infine vi è anche una soglia di reddito – pari a 50mila euro lordi l’anno – oltre la quale non vengono concessi i contributi. Per velocizzare le procedute amministrative delle circa 8mila domande annue, queste dovranno essere inoltrate solo online. Allo scopo è necessaria una Carta servizi attivata e lo specifico lettore (info al numero verde 800 816 836 o su www.provincia.bz.it/cartaservizi) o un account eGov certificato.

L’assessore Mussner ricorda infine che la Provincia è impegnata a fondo per smaltire gli arretrati a favore dei pendolari. “Confidiamo di poter liquidare entro quest’anno i contributi sulle domande del 2011 ed entro la primavera del 2015 quelli per il 2012.”

Tutte le informazioni sul contributo ai lavoratori pendolari sono disponibili sulla Rete civica www.provincia.bz.it alla voce “Servizi più utilizzati”, via telefono all’Ufficio trasporto di persone (0471 415492) oppure via e mail all’indirizzo contributipendolari@provincia.bz.it. Informazioni sono fornite anche da sindacati, patronati e comunità comprensoriali.