Progetto del BBT e tratte d’accesso miglioreranno mobilità e accessibilità

Bolzano, 10 NOV – La situazione relativa al tunnel di base del Brennero, in maniera particolare per quanto riguarda la tratta d’accesso Fortezza-Ponte Gardena. Questo l’argomento al centro dell’incontro di ieri sera, 9 novembre, fra il presidente Arno Kompatscher e i sindaci dei comuni interessati. Secondo Kompatscher, BBT e tratte d’accesso “miglioreranno mobilità e accessibilità”.
“Attualmente – ha spiegato Kompatscher – il progetto del BBT rappresenta una grande opportunità per l’economia. Il finanziamento delle opere infrastrutturali potrà dare grande respiro al settore dell’edilizia non solo per quanto riguarda il tunnel principale, ma anche le sue tratte d’accesso. Per il percorso Fortezza-Ponte Gardena, infatti, lo Stato ha già messo a disposizione una prima somma pari a 1,7 milioni di euro”. In futuro, però, sempre secondo il presidente Arno Kompatscher, i vantaggi delle opere ricadranno sull’intera popolazione. “Diminuirà il peso del traffico di transito lungo l’asse del Brennero – ha sottolineato il Landeshauptmann – grazie allo spostamento di gran parte dei mezzi pesanti dalla gomma alla rotaia, e inoltre ci saranno evidenti benefici per la mobilità e la raggiungibilità grazie ad una migliore interconnessione con la rete ferroviaria europea”.
All’incontro di ieri sera (9 novembre) organizzato dall’Osservatorio per la costruzione della galleria di base del Brennero, hanno partecipato i sindaci dei comuni attraversati dal BBT, ai quali è stata data la possibilità di avanzare proposte e desideri per l’adeguamento e il miglioramento del progetto. Dopo questo primo confronto “istituzionale”, sono previste nel corso della settimana altre due assemblee pubbliche sulla tratta d’accesso Fortezza-Ponte Gardena con il coinvolgimento di tutta la popolazione interessata, nel corso delle quali saranno presenti tecnici ed esperti di RFI e Italferr, le due società del gruppo Ferrovie dello Stato che si occupano di gestire la l’infrastruttura ferroviaria, nonchè di coordinare i progetti di costruzione delle linee.