Trenitalia, Piemonte: 17 treni straordinari per il Festival delle Sagre di Asti

Torino, 7 SET – Al Festival delle Sagre di Asti in treno.

Per garantire la mobilità dei visitatori e per consentire un agevole rientro al termine della manifestazione, Trenitalia, su richiesta dell’Assessorato ai Trasporti della Regione Piemonte, ha programmato diciassette treni straordinari: sedici tra Torino Porta Nuova e Asti e uno da Asti per Alessandria.

Il programma:

Sabato 10 settembre

  • Torino Porta Nuova (17.40) – Asti (18.29)
  • Torino Porta Nuova (18.40) – Asti (19.31)
  • Torino Porta Nuova (19.40) – Asti (20.27)
  • Torino Porta Nuova (20.10) – Asti (21.17)

Notte tra Sabato 10 settembre e domenica 11 settembre

  • Asti (23.40) – Torino Porta Nuova (0.30)
  • Asti (0.35) – Torino Porta Nuova (1.25)
  • Asti (1.00) – Torino Porta Nuova (1.50)
  • Asti (2.00) – Torino Porta Nuova (2.54)
  • Asti (0.40) – Alessandria (1.10)

Domenica 11 settembre

  • Torino Porta Nuova (9.20 ) – Asti (10.10)
  • Torino Porta Nuova (9.45) – Asti (10.35)
  • Torino Porta Nuova (10.10) – Asti (11.00)
  • Torino Porta Nuova (11.45) – Asti (12.33)
  • Asti (15.30) – Torino Porta Nuova (16.20)
  • Asti (16.00) – Torino Porta Nuova (17.00)
  • Asti (17.00) – Torino Porta Nuova (17.55)
  • Asti (18.00) – Torino Porta Nuova (18.55)

I treni tra Torino e Asti fermeranno in tutte le stazioni tranne Moncalieri, Pessione e San Paolo Solbrito.
Il treno tra Asti e Alessandria fermerà in tutte le stazioni.

“Anche quest’anno insieme all’Agenzia della Mobilità Piemontese – commenta l’Assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco – abbiamo messo a disposizione i treni speciali per consentire di partecipare alla festa in tutta sicurezza e tranquillità. Siamo certi che gli utenti apprezzeranno l’iniziativa, divenuta ormai una tradizione, utilizzando le numerose corse messe a disposizione sia all’andata che al ritorno”.

Informazioni anche nelle stazioni, nelle biglietterie, negli uffici assistenza clienti, sul sito www.trenitalia.com.