TPL Lombardia: progetti di attivazione dei sistemi di bigliettazione elettronica

Milano, 31 MAR  – ASSTRA Lombardia e ANAV Lombardia ieri hanno convocato le aziende associate per fare il punto sullo stato di avanzamento dei progetti SBE in Lombardia ammessi al bando regionale per lo sviluppo dei Sistemi di Bigliettazione Elettronica e per i quali sono in corso di predisposizione e/o pubblicazione i bandi di gara per la fornitura dei sistemi nei diversi bacini.

Il workshop, che ha visto un’ampia partecipazione oltre che delle aziende lombarde di TPL, anche di rappresentanti delle Istituzioni e degli Enti regolatori – Regione Lombardia, Comuni e le Agenzie del TPL operative  – ha esaminato, in particolare, lo stato di avanzamento dei progetti che fanno capo ai bacini di Bergamo, Brescia, Como-Lecco, Varese, Lodi e Mantova.

Presente, per Regione Lombardia, il Responsabile del Settore Trasporti, Roberto Laffi.

La bigliettazione elettronica è solo un mezzo, per quanto indispensabile, utile a realizzare il fine dell’integrazione tariffaria di bacino e regionale a beneficio di tutti i cittadini lombardi. Muoversi, con tariffe chiare e integrate, tra città e mezzi diversi, e con la possibilità di acquistare titoli di viaggio unici e farlo in modo “smart”, ovvero con le nuove tecnologie, diventerà realtà se tutti i soggetti coinvolti faranno la loro parte.

Le principali criticità per lo sviluppo della bigliettazione elettronica emerse dalle aziende che la stanno implementando riguardano: la complessità del contesto in cui operano diverse aziende, la difficoltà di dialogo tra sistemi di bacino eterogenei unita ad interfacce che devono gestire sistemi tariffari diversi. E ancora, la necessaria integrazione delle tecnologie disponibili (protocolli, asincronia sui tempi di attivazione dei diversi sistemi, etc.) ed, infine, esigenze strategiche specifiche.

Consapevoli dell’urgenza di affrontare e risolvere queste “conditio sine qua non” per la realizzazione di sistemi di bigliettazione interoperabili in tutta la Regione Lombardia emerge la necessità di definire una governance unitaria del processo e a tal fine, la proposta è quella di attivare commissioni tecniche che coinvolgano sia le aziende di trasporto pubblico locale che Trenord, che gestisce il trasporto ferroviario in Regione Lombardia.

Le aziende che si occupano di trasporto pubblico, insieme, per offrire al cittadino un servizio facile, comodo, completo.

Quello della bigliettazione elettronica è uno dei più importanti investimenti in infrastrutture tecnologiche di Regione Lombardia degli ultimi anni, pari a 80 milioni di euro. Il bando per lo sviluppo dei Sistemi di Bigliettazione Elettronica interoperabili di trasporto pubblico locale prevede un co-finanziamento da parte di Regione Lombardia pari al 50% dell’importo del progetto (il restante 50% è in carico alle aziende aggiudicatarie del bando – approvato con DGR 1934/2014).

Gianni Scarfone, Presidente ASSTRA Lombardia esprime: “Soddisfazione per un investimento importante, che sta impegnando con serietà tutti i soggetti coinvolti, a partire dalle aziende di TPL lombarde che, in modo coordinato nei diversi bacini, hanno predisposto i progetti e che si accingono ora a pubblicare i capitolati di gara.

L’obiettivo di tutti è quello di migliorare la mobilità del cittadino e promuovere l’utilizzo del trasporto pubblico. La proposta di avviare commissioni tecniche insieme anche a Trenord, va proprio in questa direzione: affrontare, definire e risolvere tutti gli aspetti di natura tecnica che rendano possibile la totale interoperabilità del sistema di trasporto lombardo”.