Toscana: terminati gli interventi tecnici, gli Swing tornano pienamente operativi

Firenze, 16 NOV – Tutti gli Swing di Trenitalia di nuovo pienamente disponibili ed efficienti.
Come annunciato, e rispettando i tempi prefissati e gli impegni assunti da Trenitalia con la Regione Toscana, sono terminati ieri gli interventi tecnici sugli apparati di segnalamento di bordo dei treni Swing. Gli interventi hanno consentito di risolvere alcuni difetti e problemi di affidabilità che si erano manifestati soltanto durante l’esercizio commerciale, in particolare sulla Lucca – Aulla, e avevano determinato ritardi e cancellazioni.
Da oggi l’intera flotta degli Swing, gli ATR 220 della polacca Pesa, viaggia quindi con un rinnovato sistema di segnalamento di bordo, grazie al cosiddetto “retrofit” eseguito dai tecnici di Pesa e di Mermec, fornitrice delle apparecchiature e dei sottosistemi di bordo: l’SCMT (Sistema di Controllo della Marcia del Treno) e l’SSC (Sistema di Supporto alla Condotta).
Possono così riprendere anche le consegne dei nuovi treni, sospese da Trenitalia. L’intera commessa ne prevede 40, quindici quelli già operativi in Toscana.
Prosegue quindi anche il programma di ammodernamento della flotta regionale di Trenitalia, condotto grazie ai Contratti di Servizio con le Regioni che assicurano il flusso finanziario necessario a sostenere l’investimento in autofinanziamento di Trenitalia. Un programma che, al pari della determinazione e rapidità con cui sono state affrontate le problematiche degli Swing, conferma l’impegno di tutto il Gruppo FS Italiane sul fronte del trasporto regionale.

Alcuni tangibili risultati di questo impegno si hanno sul versante della puntualità, in Toscana come in tutte le altre Regioni. Da inizio anno i regionali di Trenitalia hanno visto crescere la puntualità reale, quella senza alcuna esclusione, di 2,7 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2014, arrivando all’89,2% (media nazionale).

In Toscana, sulla linea della Garfagnana, dove con gli Swing si copre oggi l’87% dell’intero servizio, il 94,7% delle corse, in queste prime settimane di novembre, è arrivato nella fascia di puntualità 0-5 minuti, lo scorso anno, in assenza degli Swing, non aveva superato l’88%.

In tutta la Toscana, da inizio anno, la puntualità reale, quella effettivamente percepita dai viaggiatori, è cresciuta di 1,4 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2014. La puntualità riconducibile a Trenitalia, escludendo quindi i ritardi imputabili a cause esterne o ad altre società ferroviarie, ha raggiunto il 94,5%, con un miglioramento di 2 punti rispetto al 2014.

Migliora anche la soddisfazione registrata tra i viaggiatori toscani. Nell’ultima rilevazione demoscopica di settembre, condotta come le altre da una qualificata agenzia esterna, l’80,1% dei clienti ha espresso un giudizio positivo sul viaggio nel suo complesso. A novembre 2014 la percentuale era del 77% .