Torino Porta Susa: svolta esercitazione di emergenza nella stazione sotterranea

Torino, 20 MAR – Si è svolta nella notte, nella stazione di Torino Porta Susa, un’esercitazione di emergenza voluta e coordinata da Rete Ferroviaria Italiana in vista dei grandi eventi che nei prossimi mesi porteranno numerosi viaggiatori sulle linee ferroviarie piemontesi. Coinvolte le squadre di primo intervento del Gruppo FS Italiane e del territorio.

E’ stato simulato l’incendio di un treno Regionale, diretto a Torino Porta Nuova con il ferimento del macchinista e l’evacuazione dei passeggeri, tra cui un viaggiatore a ridotta mobilità.

Il personale di Trenitalia, in servizio sul treno, ha informato la Sala Operativa di Rete Ferroviaria Italiana, la quale ha inviato il personale della squadra antincendio di RFI – presente a Porta Susa – che ha prestato i primi soccorsi e fornito assistenza ai passeggeri del treno, in particolar modo al viaggiatore a ridotta mobilità. Inoltre, sono state contattate le sale operative territoriali per il necessario intervento di pronto soccorso.
Particolare attenzione è stata riservata alla verifica dell’efficacia e della rapidità dell’attivazione delle procedure per la gestione delle emergenze, specialmente nei minuti che hanno preceduto i soccorsi.

L’esercitazione rientra tra le iniziative programmate per monitorare l’efficacia del flusso comunicativo e della catena del coordinamento, nonché la prontezza dell’intervento delle strutture del territorio. Il tutto per migliorare gli standard di sicurezza e la tutela delle persone, delle cose e dell’ambiente. Obiettivo comune è testare i piani di emergenza interni (PEI) delle gallerie e collaudare sul campo il sistema di intervento tecnico e di assistenza.

Nessuna ripercussione sulla circolazione dei treni.