Seta rinnova il parco mezzi di Modena. Acquistati 11 bus a basso impatto ambientale

Modena, 15 OTT – Novità positive in arrivo per gli utenti del servizio di trasporto pubblico di Modena: grazie ad un significativo investimento realizzato da Seta in totale autofinanziamento, la flotta urbana ed extraurbana viene rinnovata con 11 mezzi a basso impatto ambientale, in grado di migliorare sensibilmente anche il comfort dei passeggeri.

Con uno stanziamento di circa 1,5 milioni di euro Seta ha infatti acquistato 10 mezzi extraurbani Irisbus-Iveco Crossway Euro 5, capaci di ospitare fino a 75 passeggeri, che andranno a sostituire altrettanti mezzi ormai obsolescenti e non più adeguati agli attuali standard qualitativi. Sulla rete urbana di Modena, inoltre, circolerà un ulteriore autobus Irisbus Citelis Euro 5 EEV alimentato a metano, modello già presente nella flotta urbana di Seta in altri 25 esemplari.
Con questi ultimi arrivi il totale dei mezzi immessi in servizio da Seta nel bacino modenese nel corso del 2014 ammonta a 46 autobus, per un investimento complessivo di circa 10 milioni di euro.
Inoltre, l’età media complessiva della flotta modenese si abbassa ulteriormente, passando da 12,5 a 11,5 anni. Soprattutto, la flotta aziendale Seta di Modena (composta da 403 mezzi, di cui circa un centinaio in servizio sulla rete urbana del capoluogo) compie un ulteriore miglioramento qualitativo: i mezzi a basso impatto ambientale (di categoria Euro 5 o superiore) ammontano oggi a quasi il 40 per cento del totale.