Sciopero bus: 11 luglio si fermano i mezzi di Livorno, Lucca, Massa e Pisa

Firenze, 3 LUG – Si fermano di nuovo, per la terza volta in pochi mesi, i bus del trasporto pubblico Ctt nelle province di Livorno, Lucca, Massa Carrara e Pisa. I sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl e Faisa-Cisal hanno proclamato otto ore di sciopero per il prossimo 11 luglio per protestare contro la disdetta degli accordi di secondo livello e ”denunciare il degrado del parco veicoli, un’organizzazione del personale difforme rispetto a quanto previsto dal contratto di categoria e relazioni industriali non corrette con le organizzazioni sindacali”.

Stefano Boni, segretario della Fit-Cisl Toscana si dice dispiaciuto per gli utenti, tuttavia ”protestiamo anche per loro, per poter offrire un servizio migliore: oggi 2/3 dei circa 800 bus Ctt hanno un’eta’ media tra i 15 e i 20 anni. Macchine obsolete che si guastano in continuazione, richiedono riparazioni lunghe e peggiorando la qualita’ del servizio”. Mezzi i cui ricambi ”faticano ad arrivare e ci domandiamo- sottolinea Boni- se dietro ci siano problemi di liquidita’. Sarebbe il colmo, visto che l’azienda, disdettando unilateralmente dal 2012 i contratti integrativi aziendali, ha risparmiato 2,5 milioni di euro all’anno”.