Sardegna: in discussione disegno di legge per multe più severe per l’evasione tariffaria su TPL

Cagliari, 12 FEB – Al via nuove sanzioni pecuniarie da un minimo di 40 a un massimo di 150 volte la tariffa ordinaria per i viaggiatori senza biglietto. Questo è quanto prevede un disegno di legge presentato dalla Giunta regionale sarda e discusso in Commissione con l’audizione dell’assessore dei Trasporti, Massimo Deiana. Il disegno di legge prevede che si arrivi a pagare fino a 400 volte il prezzo del biglietto in caso in cui il titolo di viaggio sia contraffatto o l’alterato, più lievi invece le multe in caso di mancata convalida del biglietto o smarrimento dell’abbonamento.
“E’ una norma che va a coprire un vuoto legislativo – ha spiegato Deiana – la legge n.21 del 2005 sul trasporto pubblico locale, infatti, non dice nulla sulle sanzioni da applicare in caso di evasione tariffaria. Oggi chi non paga il biglietto in autobus o in treno ( e in Sardegna gli evasori sono circa il 12 per cento – ndr) non può essere sanzionato”.
“Il ddl – ha concluso l’assessore – fa riferimento alle norme nazionali e a quelle delle altre Regioni che hanno già legiferato in materia. Particolare attenzione sara’ riservata alla formazione del personale”.