Sabato scorso anche ATM ha partecipato al cleaning day per fare “Bella Milano”

Milano, 18 MAG – C’era anche ATM, sabato scorso, impegnata a fare “Bella Milano” e lo ha fatto partecipando al “cleaning day” della città organizzato dalla Giunta comunale liberando dai graffiti le scale della fermata Lotto sulla linea 1 della metropolitana.

In particolare, attraverso l’applicazione di un solvente che ha agevolato la rimozione delle scritte prima e l’utilizzo di una macchina a vapore per la rimozione completa delle scritte poi, è stato ripulito il marmo dei gradini che, dalla stazione, portano all’uscita di Viale Monte Rosa.
L’Azienda Trasporti Milanesi, ha così aderito all’impegno per il decoro cittadino, al fianco di oltre 1300 volontari impegnati nella pulizia di oltre 200 luoghi diffusi in tutte le zone della città.

IMPEGNO ANTI WRITERS – La lotta ai graffiti è un impegno molto importante per ATM: dal 2012 l’azienda ha infatti attivato un Servizio Security formato ad hoc che si è aggiunto alle squadre già esistenti, deputato sia alla sorveglianza sia alla sicurezza. Dall’inizio dell’attività anti writers il numero di attacchi medi mensili è diminuito, come il numero di imbrattamenti riusciti, sceso dal 78% al 34%.
Dal 2012 a oggi le denunce effettuate da Atm sono oltre 50, per quasi 200 persone. Dall’agosto 2012, la collaborazione con la Polizia Giudiziaria e con la Procura della Repubblica si è molto intensificata.
Tutti i disegni e le tag (le firme dei writers) vengono filmati prima di essere rimossi in modo da risalire agli autori attraverso la banca dati internazionale delle forze dell’ordine. Questa ultima attività ha permesso di procedere a specifiche denunce.

CUSTOMER SATISFACTION – Il tema della pulizia, del resto, è un argomento su cui la clientela ATM ha sempre dimostrato di essere molto esigente e, nell’ultima analisi di customer satisfaction realizzata dall’azienda nel novembre scorso riguardo la pulizia delle fermate, delle stazioni e delle vetture, dal 2013 a oggi l’indice di gradimento è passato da 6.3 a 6.8 per la metropolitana e da 5.9 a 6.4 per la superficie.