Roma TpL: scongiurati i 338 licenziamenti. Contratto di solidarietà per i 1900 dipendenti

Roma, 23 LUG – Scongiurato il licenziamento di 338 dipendenti di Roma Tpl; concordati contratti di solidarietà di 12 mesi per i circa 1900 dipendenti. Si è concluso così, nella notte di ieri, nella sede della Regione Lazio, il lungo confronto seguito alle procedure di licenziamento collettivo avviate dall’azienda di trasporto pubblico locale, quale conseguenza del consistente ed improvviso taglio di servizi deciso da Roma Capitale per far fronte alle difficoltà di bilancio.
“L’azienda ha fatto la sua parte dimostrando grande senso di responsabilità in un momento di drammatica crisi finanziaria che avrebbe suggerito soluzioni più drastiche”, ha affermato il Presidente dell’azienda Antonio Pompili che ha sottolineato in particolare come il risultato faticosamente raggiunto, grazie anche alla continua assistenza dei rappresentanti dell’associazione datoriale ANAV, è ascrivibile alla tenacia e al senso di collaborazione che ha caratterizzato tutti i partecipanti del tavolo di confronto: le organizzazioni sindacali prima di tutto, ma anche il rappresentante della Regione Dott. Fontana che ha svolto un importantissimo ruolo di mediazione.