Roma: Metro C, presentato progetto preliminare per allestimenti della stazione San Giovanni

Roma, 17 OTT – Presentato a Roma il preliminare di progetto per la stazione San Giovanni della Metro C. All’incontro hanno partecipato Roma Metropolitane, la Società Metro C, il Dipartimento mobilità e trasporti di Roma Capitale, la Soprintendenza per il Colosseo, il Museo Nazionale Romano e l’Area archeologica di Roma.

Curato dai professori Andrea Grimaldi e Filippo Lambertucci del Dipartimento architettura e progetto della “Sapienza”, Universita’ di Roma, il progetto si occupa degli allestimenti della stazione con la presentazione dei contesti storico-archeologici emersi duranti gli scavi di archeologia preventiva curati da Rossella Rea. Nato dalle osservazioni e prescrizioni indicate dalla Soprintendenza al momento dei primi ritrovamenti emersi nel corso dei lavori, il progetto è “funzionale a rendere la stazione San Giovanni un luogo non asettico, ma culturalmente stimolante per gli utenti di Metro C, per migliorare la qualità della vita dei cittadini romani e dei visitatori della capitale”.

Si tratta del primo dei progetti di miglioramento qualitativo auspicati dalla Soprintendenza per le stazioni della linea C che attraverseranno il cuore di Roma.

“In questo difficile momento per l’amministrazione capitolina – spiega il soprintendente Francesco Prosperetti- è imprescindibile sollecitare una maggiore attenzione alla qualità degli spazi pubblici della metropolitana di Roma. La linea C non è una tratta qualsiasi, ma attraversa la parte più importante e di alto valore simbolico della Roma archeologica e non solo. Dall’amministrazione comunale e da Roma Metropolitane ci aspettiamo una risposta all’altezza delle aspettative dei cittadini”.

“Condividendo a pieno le esigenze di miglioramento espresse dalla Soprintendenza – dice poi l’amministratore delegato di Metro C Fabio Giannelli – la Società Metro C garantisce il suo pieno sostegno a livello tecnico e programmatico per lo sviluppo di progetti così importanti per la città di Roma. In altri contesti urbani, come Napoli, lo sviluppo di analoghe iniziative nella costruzione delle linee metropolitane condotte dagli stessi soci di Metro C, non solo ha avuto il favore dei cittadini, ma anche importanti riconoscimenti a livello internazionale”.