RFI: Mobilità per tutti. Il piano anti barriera architettonica della Rete Ferroviaria Italiana

Roma, 4 OTT – La necessità di migliorare la qualità della vita delle persone, un concetto allargato non solo ai diversamente abili in senso stretto ma a tutti coloro che hanno problemi di mobilità legati ad una situazione di difficoltà. Come una gravidanza o la vecchiaia.

Se ne è parlato nell’ambito della 14ma edizione del FIABADAY, organizzata nell’ambito della Giornata
per l’abbattimento delle barriere architettoniche, nel corso di un incontro con AIPARK e Rete Ferroviaria Italiana.

E da RFI emerge come nel nuovo piano industriale sia prevista la ristrutturazione di 620 stazioni su 2200 (per un totale di clientela servita pari al 94%) e un investimento di circa 2 miliardi di euro in dieci anni. Obiettivo: l’abbattimento di ogni barriera ma anche lo scambio con servizi di trasporto pubblico e privato. Altri temi all’attenzione, a cura di AIPARK,l’accessibilità alle aree di sosta e il controllo sui
posti auto riservati ai disabili.