Reggio Calabria: Provincia metterà a disposizione 20 auto, di cui 3 elettriche, per il car-sharing

Reggio Calabria, 29 DIC – La provincia di Reggio Calabria ha concluso le attività previste dal Pisl Meglio Muoversi che sono finalizzate all’attivazione di due servizi di trasporto: Chiamabus, servizio a domanda nella forma del Ncc e C’entro, servizo di Car Sharing e promozione del Car Pooling. Lo si apprende da un comunicato stampa della Provincia di Reggio Calabria.

Chiamabus è già attivo in via sperimentale dal 20 luglio in tutta la provincia di Reggio e dal 20 ottobre effettua il servizio di collegamento tra Messina e l’Aeroporto dello Stretto negli orari richiesti dai passeggeri di tutti i voli in arrivo e partenza.

C’entro, invece, sarà attivo nelle prossime settimane. La provincia metterà a disposizione 20 auto, di cui 3 elettriche, per un servizio di car-sharing, ovvero noleggio senza conducente. Per l’alimentazione delle auto elettriche verranno a breve installate 3 colonnine di ricarica al porto, all’aeroporto e al Cedir.

Per noleggiare le auto – si apprende dalla nota – sarà necessaria la registrazione alla centrale operativa attiva presso la Svi.Prore S.p.A. che già gestisce Chiamabus, e la successiva prenotazione da effettuare tramite telefonata (800 000 036), mail (centro@provincia.rc.it) o app da tutti i dispositivi abilitati, dalle pensiline multimediali e dai totem installati sul territorio. Le auto potranno essere ritirate presso le aree riservate in prossimità dei principali poli attrattori: a Reggio Calabria sono presso l’aeroporto, la stazione centrale, il Cedir, gli Ospedali Riuniti, la cittadella universitaria e il porto.

Sono state riservate ulteriori aree in provincia a Villa S. Giovanni, a Gioia Tauro, a Locri e Siderno presso le stazioni ferroviarie. Al momento della prenotazione l’utente dovra’ indicare l’area di ritiro e l’area di consegna, che potrà essere la stessa o diversa dall’area di ritiro, e i corrispondenti orari. La tariffazione sara’ funzione del tempo di noleggio (minimo 30 minuti) e dei chilometri percorsi, senza costi aggiuntivi a carico dell’utente, quali il carburante o l’energia elettrica per l’alimentazione delle auto. Con C’entro – si legge infine nella nota – si completa il Pisl Meglio Muoversi, realizzato con fondi del Por Calabria Fesr 2007-2013 – Linea di intervento 8.2.1.1, sistemi di mobilità intercomunale.