21 settembre 2019

Porto di Livorno: accordo Regione-Governo per la riqualificazione dell'area

livorno

Firenze, 20 OTT – “La Regione Toscana si è impegnata con notevoli investimenti sul porto di Livorno e quella di oggi è una firma importante, che testimonia il nuovo livello di collaborazione che si è instaurato tra Regione e Governo e la capacità di stare sulle cose. Interveniamo in modo selettivo per favorire le aziende che investono e ciò che avevamo promesso ai lavoratori riuniti in piazza nel momento della crisi, lo stiamo mantenendo: le iniziative per il rilancio dell’intera area sono in essere e le porteremo tutte a compimento”.

Il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, commenta in questo modo l’Accordo di programma per la riqualificazione dell’area di crisi di Livorno, Collesalvetti e Rosignano marittimo che ha sottoscritto questo pomeriggio al Ministero per lo sviluppo economico con i ministri Graziano Delrio e Carlo Calenda insieme al sottosegretario alla Presidenza del consiglio, Claudio De Vincenti e a numerosi altri soggetti.

Il presidente Rossi, che alla fine ha invitato il ministro Delrio a venire a Livorno in occasione dell’imminente inaugurazione del collegamento diretto tra il porto e la rete ferroviaria nazionale, ha sottolineato che quanto è stato fatto sulla costa “sta rimettendo in moto la voglia di investire da parte delle imprese”.

Un concetto ripreso anche dal ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, che ha osservato come le proposte di investimento pervenute per l’area “siano interessanti per la presenza di 60 piccole e medie imprese e anche per quella di 10 grandi aziende”. E poi ha aggiunto di essere “molto contento sia dei progetti che del metodo seguito. Le Regioni sono un pezzo fondamentale delle politiche industriali del Paese. La Toscana questo l’ha capito e stiamo lavorando bene con lei”.

“Le infrastrutture – ha aggiunto il ministro dei trasporti, Graziano Delrio – non sono un fine ma un mezzo per favorire lo sviluppo e quello di Livorno è un ottimo esempio di questa filosofia. Il porto labronico ha notevoli potenzialità di sviluppo e la città, anche grazie a questo Accordo di programma, ha tutte le carte in regola per giocare la partita della crescita”.

Secondo il sottosegretario De Vincenti, “la Regione Toscana lavora per politiche industriali all’avanguardia e sia a Livorno che a Piombino ha fornito un contributo straordinario alla ripresa economica, produttiva e occupazionale”.