19 novembre 2019

Piemonte: da oggi a disposizione 3 nuovi biglietti integrati per raggiungere Torino

Biglietto-integrato-Piemonte

Torino, 14 OTT – L’introduzione del Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM), entrato in funzione nel dicembre scorso con la piena operatività del passante di Torino, sta cambiando profondamente le modalità di spostamento a Torino e nell’area metropolitana.

Per favorire il numero crescente di persone che scelgono questo nuovo servizio, da oggi sono a disposizione 3 nuovi biglietti integrati pensati per chi vuole attraversare o raggiungere Torino velocemente con i treni del Servizio Ferroviario Metropolitano e utilizzare i mezzi pubblici per muoversi in città.

E’ un’importante novità che permette con un solo titolo di viaggio e a costi ridotti di utilizzare i treni SFM, la metropolitana, i tram e gli autobus entro i limiti urbani di Torino (Integrato U), della prima cintura (Integrato A) o della seconda cintura (Integrato B).

Ecco le caratteristiche del nuovo biglietto integrato:

  • Biglietto Integrato U (costo 2 €): vale 90 minuti dalla convalida nell’area urbana GTT, sulla metropolitana (1 sola corsa)  e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa)  entro i limiti urbani di Torino (Stazione Stura, Lingotto, Madonna di Campagna)
  •  Biglietto Integrato A (costo 2,5€): vale 90 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della prima cintura (stazioni di Caselle città, Settimo, Chieri, Pessione, Candiolo, Alpignano)
  • Biglietto Integrato A (costo 2,5€): vale 90 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della prima cintura (stazioni di Caselle città, Settimo, Chieri, Pessione, Candiolo, Alpignano)
  • Biglietto Integrato B (costo 3 €): vale 120 minuti dalla convalida sulla rete urbana e suburbana GTT di Torino, sulla metropolitana (1 sola corsa) e sulle linee ferroviarie Trenitalia e GTT (1 sola corsa) entro i limiti della seconda cintura (stazioni di Ciriè, San Benigno, Brandizzo, Villastellone, None, Rosta). Vale anche sulle linee automobilistiche extraurbane gestite dal Consorzio Extra.To, limitatamente alle corse che collegano Torino con le località di Ciriè/S. Maurizio Canavese, S. Benigno Canavese/Volpiano, None, Rosta.

Per far conoscere il nuovo biglietto integrato, è stata realizzata una campagna di comunicazione che prevede, fra l’altro, il rivestimento esterno con adesivi di due maxi-tram e di numerosi autobus, oltre alla comunicazione interna sui treni. Saranno inoltre distribuite nei punti vendita di Torino, 5000 copie dell’orario del passante da Lingotto a Stura.

Oltre al risparmio, il biglietto integrato si caratterizza per la semplicità di utilizzo. Infatti deve essere timbrato una sola volta, all’inizio del viaggio, con le seguenti modalità: nelle validatrici delle stazioni ferroviarie prima salire sul treno; nelle normali obliteratrici su tram e autobus e nei tornelli della metropolitana.

In questa fase, il controllo del biglietto avverrà a vista sulla stampigliatura. Il biglietto integrato si può acquistare nei Centri di Servizio al Cliente e nelle rivendite GTT oltre che nelle biglietterie Trenitalia.

Il biglietto integrato, riassume pienamente il lavoro svolto in questi tre anni sul tema del TPL, così l’assessore regionale ai trasporti ed infrastrutture Barbara Bonino. Dall’infrastruttura del passante di Torino e dalla preziosa collaborazione con l’Agenzia della Mobilità Metropolitana e Regionale abbiamo riorganizzato l’intero nodo con la nascita del Servizio Ferroviario Metropolitano, ottenendo la massima integrazione ferro-ferro e migliorando significativamente quella ferro-gomma. Ora, un unico biglietto come ulteriore incentivo che offriamo ai cittadini per spingerli ad utilizzare i servizi che abbiamo programmato negli ultimi mesi con un risparmio fino a 1€. E’ fondamentale, conclude Bonino, che i cittadini scoprano i benefici del passante che a tutti gli effetti offre un servizio di ferrovia metropolitana con la possibilità di spostarsi da nord a sud di Torino in soli 15 minuti; una frequenza di un treno ogni dieci minuti ed una puntualità media paragonabile ai parametri di standard europei.

Walter Ceresa, Presidente e Amministratore Delegato GTT: “L’integrazione dei titoli di viaggio tra treno, metro e mezzi di superficie è una soluzione per avvicinare sempre più persone al trasporto pubblico. Con il biglietto integrato metropolitano anche i viaggiatori occasionali potranno muoversi a Torino e cintura più agevolmente e risparmiando”.

Pascal Laurent Gregorio, Direttore regionale Trenitalia Piemonte: “Il nuovo biglietto completa il processo di integrazione tra i diversi sistemi di trasporto (ferroviari, automobilistici, metropolitani) avviato con l’SFM. In questo modo all’integrazione modale segue quella tariffaria che consente maggiore semplicità di utilizzo e pluralità di vettori per la mobilità cittadina con l’obiettivo comune di aumentare il numero degli utilizzatori del trasporto pubblico a tutto vantaggio dell’ambiente”.

Giuseppe Proto, Vicepresidente Extra.To: “Extra.To ha aderito all’iniziativa ritenendo sempre più importante facilitare l’intermobilità e l’integrazione tra le varie modalità di trasporto. In questa prima fase il biglietto integrato sarà utilizzabile sui bus Extrato solo nelle direttrici B, F, L, O, R (Torino, prima e seconda corona). E’ in fase di valutazione la possibilità di estendere il biglietto integrato anche sulla corona A”.