Parma: la mobilità intelligente parte dal biglietto. Arriva una nuova app per l’acquisto

Parma, 15 SET – Sarà presentata oggi, come anticipazione delle iniziative previste per la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, TEP SmarTicket, la nuova app che consente a qualunque possessore di smartphone iOS e Android di acquistare i biglietti dell’autobus a Parma.
Oltre alla normale distribuzione dei titoli di viaggio, già attiva in quasi 250 rivendite presenti sul territorio di Parma e provincia (edicole, tabaccherie ecc.), da oggi sarà, infatti, possibile procurarsi il biglietto anche all’ultimo minuto, appena prima di salire sul bus con un’operazione che richiede solo qualche secondo e pochi click, senza costi aggiuntivi rispetto ai normali punti vendita.

COME FUNZIONA
E’ sufficiente scaricare gratuitamente l’applicazione SmarTicket, disponibile su Google Play o Apple App Store. L’utente seleziona la tipologia e la quantità di biglietti, clicca su “paga Bemoov”, visualizza il riepilogo e conferma con un click (digitando anche il codice di sicurezza della carta di credito solo per gli acquisti che superano i 10 euro giornalieri e i 100 mensili). Qualora il cliente non sia già iscritto a Bemoov, il circuito di pagamento utilizzabile in tutta Italia per oltre 1.200 servizi, gli verrà proposta automaticamente l’iscrizione via mobile tramite l’inserimento dei dati della propria carta di credito o prepagata.
Solo al primo utilizzo sarà necessario “abilitare” l’app sul suo telefono ai pagamenti Bemoov, mediante l’inserimento di un codice di verifica ricevuto via sms. Completato il pagamento, l’utente troverà i biglietti direttamente nell’app.
Come i normali biglietti di carta, anche quelli acquistati via smartphone dovranno essere validati a bordo. Quando sale sull’autobus, il passeggero sceglie il biglietto tra quelli ricevuti (non validati) e lo convalida inquadrando con il cellulare uno dei QRcode di validazione esposti sul bus. Completata l’operazione, il biglietto risulterà disponibile tra quelli validati, con l’indicazione della durata residua.
Se per completare il viaggio, nell’arco dei minuti di validità del biglietto, il cliente avesse necessità di cambiare linea, basterà selezionare il tasto “Trasborda” e inquadrare il QRcode a bordo del nuovo autobus.
SmarTicket è utilizzabile da qualsiasi modello di smartphone Android o iOS, indipendentemente dall’istituto di credito di riferimento o dall’emittente della propria carta di pagamento.
I biglietti disponibili sono quelli urbani ed extraurbani di corsa semplice, da una a 9 zone.
Anche per il controllo sui biglietti validati si procederà tramite app. Sarà sufficiente mostrare il biglietto disponibile nella “lista validati” al verificatore Tep che, con un device elettronico, potrà controllarne la validità. Un processo di verifica snello, per un sistema di mobile ticketing che integra i migliori presìdi antievasione, grazie ai quali i verificatori di TEP potranno bloccare le validazioni dei titoli di viaggio tramite QRCode dal momento del loro ingresso sul bus. In questo modo, è possibile impedire il comportamento fraudolento di chi acquista il biglietto, ma non lo vidima a meno di non scorgere, sul mezzo, i controllori. Con la nuova app, una volta che il verificatore sarà a bordo del bus, risulterà impossibile vidimare il biglietto elettronico. Il sistema, inoltre, rende visibile al controllore, sui titoli di viaggio elettronici acquistati e vidimati regolarmente, un codice lampeggiante che ne attesta l’autenticità. Questo presidio azzera, di fatto, la possibilità che i titoli digitali siano falsificati.
A presentare l’iniziativa è Antonio Rizzi, alla sua prima conferenza stampa in qualità di presidente di Tep, dopo la nomina da parte dei soci, Comune e Provincia di Parma. “Questa soluzione integra la tradizionale rete di vendita di Tep offrendo una più ampia comodità d’acquisto ai nostri clienti, oltre che un migliore strumento di controllo antievasione sui bus di Parma e provincia.” – è il commento del presidente Rizzi – “L’obiettivo che mi sono dato accettando il mio ruolo in azienda è proprio quello di mettere a disposizione le mie competenze per ampliare le possibilità che le nuove tecnologie offrono in termini di digitalizzazione, snellimento dei processi aziendali e conseguente miglioramento dei servizi al pubblico. Ho potuto constatare che Tep pone già un’attenzione particolare allo sviluppo di queste opportunità. Sono fiducioso del fatto che nei prossimi anni potremo fare un ottimo lavoro”.