19 agosto 2019

Parma: pronta la stazione delle corriere extraurbane. Ulteriore passo per interscambio gomma-rotaia

stazione interscambio parma

Parma, 15 SET — Si avvia verso il completamento il sistema di trasporto integrato che ruota attorno alla nuova stazione ferroviaria di Parma.
Dopo bus urbani, taxi, biciclette, carico e scarico dai mezzi privati, ora tocca al trasporto pubblico extraurbano: un nuovo terminal per le corriere blu con accesso diretto da via Europa, dotato di tutti i servizi e i collegamenti necessari per raggiungere in pochi minuti i binari, senza barriere architettoniche.
Pertanto, a completamento del terminal urbano che resta al piano -2 (fermate est, ovest e sud) e che è già pienamente operativo, oggi, 15 settembre, in concomitanza con l’avvio del nuovo anno scolastico, anche le linee provenienti o dirette ad altre località della provincia avranno un terminal dedicato.
La nuova struttura dispone di 6 piattaforme provviste di tettoie, è connessa al terminal urbano tramite un passaggio pedonale e servirà ogni giorno i passeggeri di ben 200 autobus extraurbani.
A questo punto si attende solo l’attivazione del parcheggio a rotazione per le automobili, per il quale sono in corso le pratiche di affidamento in gestione.
Il sindaco Federico Pizzarotti,, il presidente TEP Mirko Rubini, gli amministratori unici di SMTP Pierdomenico Belli e di STU Stazione Isabella Tagliavini hanno presentato la nuova struttura, che va praticamente a completare il sistema di mobilità che ruota intorno alla stazione ferroviaria.
“E’ un traguardo importante – ha affermato il sindaco – che ci consente di dotarci di una struttura di intermodalità d’avanguardia, che va dalla bicicletta al treno, passando attraverso tutte le forme di trasporto su gomma, il risultato di un sacrificio del quale la città viene ripagata”.
Soddisfazione per il nuovo terminal è stata espressa anche dal presidente TEP e dall’amministratore unico di SMTP, che provvederà alla dotazione dei display informativi e dei punti luci nelle aree di salita dei viaggiatori), mentre Isabella Tagliavini, come amministratore della società attuatrice, ha annunciato che la Stazione e le sue pertinenze sono ormai ultimate, e che si sta procedendo a bandire la gara per la gestione del parcheggio pubblico da 250 posti auto, che completerà l’intermodalità della struttura.
“In questi anni – è il commento dell’assessore provinciale Andrea Fellini – grazie anche all’ottimo lavoro svolto sul territorio da TEP e SMTP, abbiamo cercato, nonostante le difficoltà, di immaginare una nuova offerta di trasporto pubblico extraurbano, attivando nuove linee, nuovi e più specifici servizi.
La Provincia oggi accoglie questo nuovo passo avanti nella gestione della mobilità pubblica come l’ulteriore miglioramento di un servizio per i cittadini. Collegare meglio il territorio al capoluogo è stato un nostro obbiettivo prioritario che trova nella nuova fermata dei bus extraurbani la sua naturale evoluzione. Un ringraziamento a tutti i tecnici che hanno lavorato sodo per portare a casa un risultato così importante e ai presidenti di TEP e SMTP sempre attenti alle nuove sfide in termini di mobilità.”

“Con l’attivazione del terminal dei bus extra-urbani la stazione diventa sempre di più un vero e proprio hub intermodale di riferimento per tutto il territorio parmense ed anche oltre – fa notare l’assessore alla mobilità del Comune di Parma Gabriele Folli – La facilità di scambio tra differenti mezzi di trasporto pubblico può senz’altro contribuire a spostare le scelte dei cittadini abituati all’uso quotidiano dell’auto privata verso l’ampia offerta di alternative e servizi di mobilità sostenibile, che trovano posto nella stazione di Parma, e che vanno dal trasporto pubblico urbano ed extra-urbano, ai servizi integrati per tutte le altre soluzioni di mobilità, quali il bike-sharing, il car-sharing, le infrastrutture di ricarica elettrica e le strutture di deposito e noleggio biciclette, che verranno potenziate e centralizzate sempre di più nel prossimo futuro”.

L’organizzazione del servizio

Delle 6 piattaforme esistenti, Tep utilizzerà in via preferenziale le prime 3 pensiline, Per non sovraccaricare eccessivamente le nuove fermate e la viabilità circostante – specie in orario di punta
– le corse prettamente scolastiche manterranno gli attuali percorsi e continueranno a servirsi delle fermate abituali in zona Stazione. Tutte le rimanenti corse extraurbane saranno invece spostate presso il nuovo terminal, secondo le indicazioni schematizzate di seguito:

 FERMATA 1 (BLU): Linee transitanti da/in direzione OVEST: BORE – BUSSETO – COLTARO – COLORNO via Torrile – FIDENZA – FONTANELLATO – FONTEVIVO – MEDESANO – NOCETO – ROCCABIANCA – S. ANDREA BAGNI – TORRILE – VICOMERO

 FERMATA 2 (VERDE): Linee transitanti da/in direzione SUD: BARDI – BEDONIA – BERCETO – BORGOTARO – CALESTANO – CASTELNOVO MONTI – COLLECCHIO – CORNIGLIO – FELINO – FORNOVO – LANGHIRANO – LESIGNANO B. – MONCHIO – PALANZANO – SCURANO via Basilicanova – TRAVERSETOLO via Basilicanova

 FERMATA 3 (GIALLA):
o Linee transitanti da/in direzione EST: BRESCELLO — CASTELNOVO MONTI via Pilastrello – CASTELNOVO SOTTO – MONTECCHIO E. – MONTICELLI TERME – POVIGLIO – SORBOLO – SCURANO via Pilastrello – S. POLO D’ENZA – TRAVERSETOLO via Pilastrello – VIADANA
o Linee transitanti da/in direzione NORD: CASALMAGGIORE – SABBIONETA – COLORNO – MEZZANI – S. ANDREA DI TORRILE – S. POLO DI TORRILE

La fermata 4 resterà a disposizione di Tep come fermata di supporto e per eventuali integrazioni future di nuove corse/linee, mentre le fermate 5 e 6 saranno ad uso di vettori privati nazionali ed internazionali e delle Ferrovie dello Stato per i servizi sostitutivi di servizi ferroviari.

Biglietti e abbonamenti

Presso la fermata 1 sarà collocata anche un’emettitrice automatica di biglietti. I passeggeri potranno acquistare direttamente i titoli di viaggio urbani (zona 200) ed extraurbani direttamente in pensilina, senza bisogno di spostarsi all’interno della stazione o sul piazzale esterno.
Per chi avrà necessità di ricaricare gli abbonamenti annuali urbani o extraurbani già caricati su card Mi Muovo, sarà sufficiente spostarsi all’interno della stazione dove sarà possibile completare l’operazione presso la tabaccheria al piano -2, oppure presso la biglietteria Tep sul piazzale esterno. Presso lo sportello Tep di piazzale dalla Chiesa è anche possibile richiedere le tessere di prima emissione per chi ancora non ha la card Mi Muovo.
La tessera può ancora essere richiesta gratuitamente fino alla fine di settembre. Dal 1° ottobre avrà un costo di € 5,00.
A partire dal 2015, sulla stessa card potranno essere caricati anche gli abbonamenti mensili. Chi lo desidera, in ogni caso, può richiedere già ora la card sfruttando la gratuità promozionale, anche per i titoli mensili che verranno caricati dal prossimo anno.
Con l’anno nuovo diventerà tassativa anche l’obbligatorietà della validazione dei titoli di viaggio, compresi gli abbonamenti mensili e annuali, con la progressiva introduzione dell’accesso a bordo esclusivamente dalla porta anteriore, per un miglior controllo del fenomeno dell’evasione tariffaria.