Parma: consegnati attestati Ecostars per riduzione dei costi ed efficienza delle flotte

Parma, 26 GIU – Nella Sala del Consiglio Municipale di Parma si è tenuta l’ultima cerimonia di consegna degli attestati Ecostars, il progetto europeo che ha coinvolto enti ed aziende con l’obiettivo di aiutare e sostenere gli operatori di flotta nel ridurre i costi attraverso l’ottimizzazione della propria efficienza operativa, nonché di aumentare la consapevolezza dell’importante ruolo che possono avere nel miglioramento generale della qualità dell’aria.
Gli attestati sono stati consegnati dall’Assessore alla mobilità e ambiente del Comune di Parma Gabriele Folli insieme al Presidente del Consiglio Marco Vagnozzi e all’AU di Infomobility, Giovanni Bacotelli.

“Siamo alla conclusione di un progetto durato due anni – ha spiegato l’ assessore Folli – che ha visto il coinvolgimento di altre città europee che hanno avuto uno scambio proficuo con Parma. Grazie a questo proggetto, a cui hanno aderito al molte aziende del territorio con diverse tipologie di mezzi, è stato possibile dare un positivo contributo da un punto di vista ambientale al nostro territorio. La Pianura Padana, infatti, per le caratteristiche antropiche che la contraddistinguono, è uno dei territori in cui l’inquinamento atmosferico incide maggiormente a livello continentale”.

Giovanni Bacotelli, amministratore unico di Infomobility, ha sottolineato le ricadute positive del progetto con benefici importanti per la città.

Il presidente del Consiglio Comunale, Marco Vagnozzi, ha rilevato l’imporanza di Ecostars. Ed ha ricordato l’impatto positivo ed i benefici legati delle performance attuate dai soggetti coinvolti. “La certificazione acquisita da parte delle aziende partecipanti – ha concluso – costituisce un valore aggiunto importante”.

Infomobility S.p.A, grazie all’esperienza maturata in ambito di mobilità sostenibile, logistica urbana e progetti finanziati dall’Unione Europea, ha partecipato al progetto sviluppando tutte le attività: su 400 aziende ed enti contattati, 30 hanno aderito alla valutazione che ha preso in esame 3500 veicoli. Infomobility si è avvalsa dell’aiuto della società romana ISIS (Istituto di Studi per l’Integrazione dei Sistemi) nonché dell’importante apporto della Fondazione ITL (Istituto sui Trasposti e la Logistica), che si occupa di attività di studio e ricerca sui sistemi di logistica urbana, per le attività a livello locale e regionale di coinvolgimento, valutazione e consulenza ai gestori delle flotte aziendali. Decisivo il supporto del Comune di Parma, Unione Parmense degli Industriali, AICAI (L’associazione che raggruppa i corrieri espresso), il CEPIM(società di gestione logistica-interporto Parma) e la Camera di Commercio di Parma.
Al termine delle valutazioni, il cui risultato è stato espresso con l’attribuzione di “stelle” (da una a cinque), le aziende hanno ricevuto una dettagliata road map personalizzata con le conclusioni sulle modalità di miglioramento della flotta e indicazioni utili per il riparmio energetico e di carburante. Uno dei risultati più rilevanti è senza dubbio la quantità di co2 risparmiata: 10.945 tonnellate all’anno. Ora, l’auspicio è che lo schema Ecostars possa continuare con l’apporto di fondi nazionali o regionali.

Com’è nato il progetto
Seguendo l’esempio della regione del Sud Yorkshire (Regno Unito), il progetto, finanziato dal programma IEE (Intelligent Energy Europe) era indirizzato al trasporto sostenibile e risorse energetiche efficienti. Lo schema è stato attivato in 8 città europee: oltre a Parma, Edimburgo ( Regno Unito), il Comune di Rotterdam (Olanda), la città di Ostrava (Repubblica Ceca), La regione della Cantabria (Spagna), la regione Basca (Spagna), la Regione Sud Est (Svezia).
Soddisfacenti i risultati a livello europeo: in totale sono stati coinvolti 300 operatori (tra enti ed aziende, pubbliche o private).
Dopo la prima sperimentazione avvenuta in Inghilterra, è stato calcolato che le aziende hanno risparmiato fino a 2.300 sterline di carburante all’anno per ogni veicolo: questo è certamente il vantaggio più immediato, ma è altrettanto importante il valore aggiunto che le aziende hanno potuto ottenere grazie alla consulenza personalizzata gratuita finalizzata all’ottimizzazione delle procedure: Ecostars ha permesso quindi agli operatori di ottenere un riconoscimento pubblico di livello europeo come socialmente responsabili per l’adozione di buone pratiche nella selezione dei veicoli e nella gestione della flotta. L’impatto del trasporto su strada sulla qualità dell’aria in Europa negli ultimi decenni è aumentato. I veicoli commerciali contribuiscono notevolmente alle emissioni locali, sia in termini di inquinamento che di effetto serra, gravando sulla qualità dell’aria. Il programma di riconoscimento e valutazione ECOSTARS si presenta come un metodo efficace di riconoscimento pubblico degli operatori di veicoli commerciali che sono impegnati nell’attuazione di misure volte a migliorare l’efficienza, diminuire il consumo di carburante e ridurre il loro impatto sulla qualità dell’aria a livello locale. In questo contesto le misure di efficienza operativa, in particolare le procedure relative all’utilizzo di veicoli alimentati da carburanti puliti, possono apportare un notevole risparmio economico e un miglioramento delle prestazioni ambientali.

GLI OBIETTIVI DI ECOSTARS – Aiutare gli operatori a ridurre i costi attraverso un miglioramento della propria efficienza operativa ed aumentare la loro consapevolezza dell’importante ruolo che possono avere nel miglioramento generale della qualità dell’aria; creare sinergie di collaborazione con gli operatori dei veicoli commerciali e di trasporto passeggeri; fornire un sistema semplice, immediato ed efficace di ottimizzazione delle procedure; assistere gli operatori, incoraggiandoli ad investire e migliorare le prestazioni ambientali della propria flotta in modo continuativo; fornire un riconoscimento pubblico agli operatori che adottano provvedimenti per migliorare l’efficienza della propria flotta, riducendo i consumi energetici ed il loro impatto sulla qualità dell’aria a livello locale: questi gli importanti obiettivi che il progetto Ecostars ha indicato come prioritari. L’assegnazione del numero di Stelle ai singoli veicoli è avvenuta sulla base di parametri di valutazione definiti dallo schema ECOSTARS. Il criterio di base per l’attribuzione delle stelle ai singoli veicoli si fonda sulle norme vigenti in Europa in materia di emissioni inquinanti, ovvero sugli standard Euro dei motori (Euro I, Euro II, Euro III, Euro IV, Euro V, Euro VI e veicoli ZEV – veicolo elettrici zero emissioni). Questa classificazione iniziale si completa con un numero di Stelle aggiuntive attribuite sulla base di una serie di paramentri quali: carburante alternativo utilizzato (CNG, GPL, biogas, miscela rinnovabile, altro biocarburante); tecnologia elettrica ibrida; presenza di dispositivi per i gas di scarico (filtro anti particolato, EGR, SCR); sistema automatico di blocco del regime minimo; sistema di bordo per il monitoraggio del carburante; altri sistemi telematici di bordo, quali, ad esempio, dispositivi di monitoraggio autista/veicolo, scatola nera.

LE ROAD MAPS – Nell’ambito delle valutazioni Ecostars, per ciascuna azienda o ente partecipante sono state sviluppate le “road-map” contenenti una serie di consigli che, dove implementati, potrebbero migliorare l’efficenza e le prestazioni della flotta dei veicoli minimizzandone l’impatto ambientale. La “road-map” è stata di volta in volta adattata alle singole esigenze aziendali e basata sulle informazioni fornite nel modulo di adesione al progetto e su quelle raccolte durante la visita effettuata presso le varie sedi. Di seguito le ultime aziende che hanno aderito ad Ecostars e alle quali è stato consegnato l’attestato: Solution S.r.l. – Agenzia UPS – 5 stelle; Sani Trasporti S.r.l. – 5 stelle; Autotrasporti Piccinini- 5 stelle; G Trasporti – 5 stelle; SDA – Filiale di Parma – 4 stelle; FEDEX S.p.A. – Filiale di Forlì – 4 stelle; General Logistics Systems Italy S.p.A., Filiale di Parma – “GLS” – 4 stelle; AURORA DOMUS Cooperativa Sociale – O.N.L.U.S. 4 stelle; Infomobility S.P.A. – 4 stelle; Fagioli S.p.A. – 3 stelle; IREN Emilia S.p.A. – 3 stelle; C.D.M. Tecnoconsulting S.p.A. – 3 stelle; Parmalat – 3 stelle; “Pivotal Italia” – 3 stelle; Università degli Studi di Parma – 2 stelle

LE ALTRE AZIENDE ED ENTI CERTIFICATI ECOSTARS – Fer.CAm (5 stelle); Cooperativa Pro.Ges. e GE.S.IN (4 stelle); AIMI Autoservizi (4 stelle); TEP (4 stelle), C.A.L.(4 stelle), FedEx (4 stelle), OCME (4 stelle), Chiesi (3 stelle), TNT (3 stelle), Metella Trasporti (3 stelle), Ausl, (3 stelle), Assistenza Pubblica (3 stelle), Comune di Parma(3 stelle), Milanesi Trasporti (3 stelle), CFT Group (3 stelle)