MOM: nasce la prima Carta della mobilità. Patti chiari tra azienda e clienti

Treviso, 15 LUG – Il presidente di MOM – Mobilità di Marca annuncia l’approvazione da parte del Consiglio di Amministrazione della prima Carta della Mobilità. Un documento in 36 pagine scaricabile dal sito www.mobilitadimarca.it in cui sono sintetizzate tutte le informazioni per migliorare la conoscenza dei servizi, il dialogo tra azienda e utenza e di conseguenza innalzare i livelli di efficienza. Tre le aree in cui è organizzata: la prima è dedicata alla presentazione dell’azienda; la seconda agli standard qualitativi del servizio che MOM si impegna ad offrire ai suoi clienti; la terza codifica i rapporti tra cliente e azienda aprendo canali di dialogo e ascolto costante.

“Mobilità di Marca S.p.A. – illustra il presidente Giulio Sartor – è l’azienda erogatrice di servizi di trasporto pubblico di persone della provincia di Treviso, la cui attività incide in modo significativo sulla qualità di vita dei cittadini. Consapevole di questa responsabilità, l’Azienda intende far crescere positivamente il rapporto di collaborazione con i propri clienti, per conoscere e soddisfare le necessità e le esigenze di mobilità delle persone che si spostano nel proprio bacino di traffico”.

Tra i principi ispiratori della prima Carta della Mobilità, vi sono Eguaglianza e Imparzialità, Continuità dei servizi, Partecipazione degli utenti (anche attraverso organismi di rappresentanza organizzata come Associazioni di Consumatori), Efficienza ed efficacia e Libertà di scelta, ovvero Mom si impegna ad assumere iniziative per promuovere la libertà di scelta tra più soluzioni modali (compatibilmente con le iniziative adottate da altri Enti – Regione, Provincia – o oltre aziende del trasporto).
Da un punto di vista pratico, gli utenti MOM potranno ora trovare riunite in un unico documento tutte le informazioni relative ai servizi, ai titoli di viaggio (ma anche ai servizi innovativi dall’App al biglietto via SMS), alle biglietterie, le modalità per il trasporto di bambini, animali, bagagli. Specifici capitoli sono dedicati anche a sanzioni, reclami per disservizi, casistica e modalità di rimborso.

“La Carta della mobilità – prosegue il presidente Sartor – rappresenta quindi una proposta di collaborazione al cliente: l’Azienda si impegna, sulla base di obbiettivi preventivamente dichiarati, a fornire un servizio di qualità ai cittadini, a cui chiede di partecipare attivamente, con richieste, osservazioni, reclami e suggerimenti, al miglioramento dell’offerta di trasporto. Con la pubblicazione della Carta della mobilità, si apre una “finestra” per approfondire la conoscenza dell’Azienda e dei suoi servizi da parte dei cittadini e per rinnovare il dialogo tra gestore e fruitori del servizio pubblico”.
Una intera sezione della Carta è dedicata agli standard qualitativi: sicurezza, puntualità, pulizia dei mezzi frequenza delle corse, sia in ambito urbano che extraurbano potranno essere giudicate dai clienti (con un punteggio da 1 a 5) attraverso analisi di Customer Satisfaction che l’azienda si impegna a promuovere costantemente (la prima è stata realizzata nell’Aprile 2014).

“Con la Carta della mobilità – conclude il presidente Sartor – l’azienda si impegna a rispettare specifici standard di qualità dei servizi e consente alla cittadinanza la loro verifica. Anche in coerenza con tale impostazione, l’azienda intende mantenere i propri sistemi di gestione certificati per la Qualità, l’Ambiente e la Sicurezza, perseguendo programmi di miglioramento continuo dei propri servizi”.