Modena e Sassuolo: dal 29 febbraio il filobus 6 torna in centro e riapre il capolinea della B all’Esselunga

Modena, 24 FEB – Dopo il via libera del Comune di Modena, la linea filoviaria 6 torna in centro storico. La data è il 29 febbraio.
Terminati i collaudi da parte dell’Ente ministeriale preposto (Ustif) alla rete aerea di viale Buon Pastore, sarà possibile infatti riaprire all’esercizio l’intera filovia. La linea 6, deviata per qualche mese su via Vittorio Veneto, tornerà così a transitare in Corso Canalchiaro e Corso Duomo.
Ricordiamo che i lavori di rinnovo dei pali di sostegno e dei bifilari di alimentazione della rete aerea – realizzati dall’Impresa Morelli di Viterbo – si sono svolti regolarmente tra luglio e novembre 2015, per conto di aMo, nel tratto di viale Buon Pastore compreso tra viale Sigonio e Viale Amendola. Il costo è stato di circa 200mila euro. Ad inizio febbraio 2016 l’Ustif ha dato parere positivo alla riattivazione della alimentazione elettrica.
Questa non è l’unica modifica strutturale rilevante in vigore dal 29 febbraio. Nella stessa data infatti verrà riaperto, a Sassuolo, il capolinea della linea B adiacente l’Esselunga, chiuso nei mesi di attività del cantiere di rifacimento del Centro Commerciale. Verrà ripristinato così il percorso regolare della linea su via San Bernardo, via S.Pio Decimo e via Bondioli, e saranno ripristinate le fermate in via San Bernardo.
Segnaliamo infine, dal 29 febbraio, l’istituzione di due nuove coppie di fermate in centro a Sorbara, per la linea 420, e l’istituzione di due nuovi punti di raccolta del Prontobus di Pavullo, nei pressi di altrettante località periferiche del territorio comunale.