Milano: avviate 8 nuove scale mobili e 3 nuovi montascale. Entro Expo saranno 42

Milano, 30 OTT – Atm ha dato il via all’esercizio di otto nuovi impianti di scale mobili in diverse stazioni della metropolitana, e ha messo in funzione tre nuovi montascale alla stazione di Precotto M1. Con l’avvio di questi impianti, si migliora l’accessibilità alle stazioni della metro per le persone con disabilità o difficoltà motoria.

L’intervento rientra nel piano generale di rinnovo delle infrastrutture di accesso alla metropolitana, un piano iniziato lo scorso anno e che sta proseguendo con ulteriori 40 interventi di sostituzione completa di scale mobili, trentasette pronte entro aprile 2015, suddivise in tre tranche, mentre le ultime tre saranno cantierizzate dopo Expo.

La prima tranche di lavori si è conclusa oggi, 30 ottobre, in anticipo sul programma prestabilito: dal 24 ottobre sono stati aperti due impianti di Cadorna M2; il 25 ottobre si sono rese accessibili le nuove scale di San Babila; oggi, 30 ottobre, si aprono due impianti a Pasteur e due a Buonarroti.

La seconda tranche prevede la sostituzione di altri dodici impianti a Sesto Marelli, Villa San Giovanni, Conciliazione, Rovereto e Palestro della M1 (pronti per gennaio 2015) e Gorla, Turro per la M1 e Cadorna M2 (pronti a febbraio 2015).

La terza tranche, i cui lavori termineranno ad aprile 2015, riguarderà altre diciassette scale a: Conciliazione, Turlo, Gorla, QT8 e Bande Nere per la linea 1; Lanza, Porta Genova e S. Ambrogio per la linea 2.

Per le ultime tre scale i lavori inizieranno dopo la conclusione dell’Esposizione universale.

Le infrastrutture su cui intervenire sono state individuate dopo un’attenta valutazione sull’impatto che il “fermo” avrebbe avuto sui passeggeri nelle stazioni interessate. E’ necessario tenere conto che la maggior parte delle scale ha un’aspettativa di vita residua bassa, avendo moltissime di loro già 40 o anche 50 anni di funzionamento alle spalle.

Grazie all’impegno di Atm, già lo scorso anno erano state sostituite ex-novo sedici scale mobili, rispettando tutti i tempi del cronoprogramma dei lavori. Infine, l’Azienda è riuscita a reperire risorse per ulteriori cinque impianti, i cui lavori sono già partiti nelle stazioni della Linea 1 di Lotto, Cairoli e Sesto Marelli ed entreranno in servizio nel mese di marzo del 2015.

Atm sta quindi proseguendo nel lavoro cominciato un anno fa, senza limitarsi a riparare ciò che si rompe, ma intervenendo alla radice per evitare il perpetuarsi di guasti che negli anni passati avevano creato grandi disagi ai viaggiatori.