Linea AV/AC Napoli-Bari: approvati i primi progetti. Ok a raddoppio Cancello-Frasso Telesino e variante a linea Roma-Napoli

Roma, 8 APR – La realizzazione della linea Alta Velocità/Alta Capacità Napoli – Bari fa un passo avanti.

È stata infatti approvata, nell’ambito delle disposizioni del Commissario per la realizzazione dell’opera, Michele Mario Elia, la progettazione preliminare relativa al raddoppio della tratta Cancello – Frasso Telesino e alla Variante alla linea convenzionale Roma – Napoli, via Cassino, nel comune di Maddaloni.

La disposizione, che segue la recente approvazione del progetto definitivo della nuova viabilità in località Gaudello – comune di Acerra, relativa alla Variante alla linea ferroviaria Cancello – Napoli, con indizione della Conferenza di Servizi per la valutazione del progetto da parte degli enti preposti, rappresenta un ulteriore progresso verso l’obiettivo di far partire, entro ottobre 2015, i cantieri per la realizzazione della tratta ferroviaria.

La relativa ordinanza, insieme alle altre disposizioni adottate dal Commissario per la realizzazione dell’itinerario e alle novità circa avanzamento di progetti, gare d’appalto e lavori, sono pubblicate nella sezione Per lo sviluppo del sito di FS Italiane, raggiungibile anche da www.napolibari.it.

La tempistica dei lavori, in linea con l’iter previsto dallo Sblocca Italia, prevede che entro ottobre 2015 siano operativi i cantieri delle prime opere, a cominciare da viabilità e cantieristica. L’avvio delle opere definitive è programmato entro il 2016.

Il costo complessivo della Napoli – Bari è stimato in circa 6 miliardi, di cui 3 già stanziati.

A regime Bari sarà raggiungibile da Napoli in due ore e da Roma in tre ore.