La stazione di Trieste protagonista delle giornate FAI di Primavera, il 21 e 22 marzo

Trieste, 20 MAR – L’iniziativa, di carattere nazionale, coinvolge ogni anno un grandissimo numero di persone interessandole al patrimonio artistico e naturalistico del nostro Paese, quest’anno apre al pubblico circa 800 beni ambientali in tutta Italia. L’evento si svolge sotto l’ Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana con il Patrocinio della Commissione Europea, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Provincia di Trieste e la collaborazione di Centostazioni.

L’edificio ferroviario, è uno degli spazi scelti dalla Delegazione FAI locale per ospitare la manifestazione dal titolo “Trieste 1914. Itinerari”. L’evento si svolgerà sabato 21 e domenica 22 marzo, con un itinerario che porta alla scoperta di territori ed edifici simbolo della città in guerra, tra cui la stazione che in quegli anni era luogo di raccolta per i tanti militari diretti al fronte orientale e meridionale. Come ormai da tradizione, anche in questa occasione ampio spazio viene dato ai ragazzi, favorendo la conoscenza e la riflessione sugli accadimenti della Prima Guerra Mondiale.

Nelle due giornate la stazione monumentale del capoluogo friulano, inaugurata nel 1878 con il nome di Stazione Meridionale, accoglierà turisti, visitatori e cittadini che, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, avranno l’opportunità di scoprire curiosità e notizie sulla storia del complesso ferroviario.

Saranno i ragazzi delle scuole a fare da “Ciceroni” lungo un percorso che parte dall’atrio storico, dove è posizionato il busto di Carlo Ghega -fautore della tratta ferroviaria Semmering ritenuta da tutti i tecnici del settore un’opera impossibile- e prosegue attraverso l’ex biglietteria, fino al passaggio nella Sala Reale, con approfondimenti sulle sue caratteristiche architettoniche.

A conclusione del percorso, la proiezione del video sotto la piramide vetrata e la visita degli ambienti interni della stazione con spazi moderni e riqualificati, che ospitano vetrofanie inerenti la manifestazione.