Friuli Venezia Giulia: nel nuovo bando di gara per il TPL previste diverse agevolazioni

Trieste, 3 MAR – “Il nuovo banda di gara per il Trasporto pubblico locale prevede diverse tematiche che i partecipanti possono sviluppare al fine di una migliore attrattività ed integrazione del servizio con l’utilizzo di alcune agevolazioni rivolte alle famiglie numerose, agli studenti e alle persone anziane”, ha sottolineato oggi l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Mariagrazia Santoro.

“All’interno dell’indice di tematiche previste dal bando, oltre alle agevolazioni già previste dalla normativa di riferimento (la legge regionale 23 del 2007), i partecipanti potranno fare delle proposte ‘a costo zero’ per l’amministrazione che consentirà loro di avere un miglior punteggio per l’aggiudicazione del servizio:
chi farà la proposta migliore otterrà il punteggio più alto per questi parametri”, ha infatti indicato Santoro.

“Va sottolineato come queste misure – ha concluso l’assessore – e quelle previste dall’applicazione della LR 23/2007, come la misura a favore degli esuli, saranno tutte ricomprese all’interno degli attuali corrispettivi annuali per il servizio e quindi senza costi aggiuntivi per l’Amministrazione regionale:
un’ulteriore ottimizzazione delle risorse pubbliche che si aggiunge al 1.760.000 chilometri in più di servizi che si svilupperanno dalla gara”.

Gli ambiti proposti dal bando di gara sono i seguenti:
– unificazione del valore del titolo urbano su tutto il territorio regionale;
– titolo di abbonamento urbano di intera rete regionale;
– titolo di abbonamento extraurbano di intera rete regionale;
– titolo di abbonamento urbano ed extraurbano intera rete regionale;
– titolo di abbonamento mensile o annuale utilizzabile da tutti i componenti di un nucleo familiare;
– titolo di abbonamento mensile o annuale utilizzabile alternativamente dai componenti di un nucleo familiare;
– carta under 26 che consenta di acquistare biglietti ed abbonamenti con sconto minimo 30 per cento;
– validità abbonamenti scolastici 10 mesi sia settembre-giugno che ottobre-luglio;
– abbonamenti ridotti per ultrasettantenni;
– gratuità per minori fino a 10 anni che viaggiano con un adulto pagante;
– estensione dei titoli integrati ferro/gomma e gomma/gomma (anche per le relazioni interregionali), comprese le corse automobilistiche oggi sviluppate dal vettore ferroviario e da quelle sviluppate sulla direttrice Udine-Cividale;
– estensione dell’abbonamento quindicinale a 15 giorni consecutivi rispetto all’attuale validità che prevede esclusivamente la prima o la seconda quindicina del mese;
– introduzione di un titolo di tipo turistico per il tram di Opicina;
– introduzione di ulteriori titoli di viaggio sul trasporto marittimo, uniformità valori tra linee del prezzo corsa singola e pluricorse;
– introduzione del titolo di viaggio bici+bus;
– pagamento rateale dell’abbonamento annuale e di quello scolastico su 3 rate da corrispondere all’azienda nei primi tre mesi di validità del titolo;
– validità del titolo ferroviario per l’accesso ai servizi automobilistici in caso di soppressione del treno;
– ampliamento delle agevolazioni rivolte agli studenti iscritti ai corsi di istruzione superiore attivati dalle Università, dagli istituti superiori di grado universitario, dalle istituzioni di alta formazione artistica e musicale con sede legale in Friuli Venezia Giulia, secondo gli accordi con l’Agenzia regionale per il Diritto agli Studi superiori (Ardiss);
– validità tessere erogate dagli attuali gestori fino alla loro scadenza.