Friuli Venezia Giulia: ieri iniziativa “treno dei bimbi” delle FUC a bordo del locomotore Cesarino

Udine, 13 APR – Sensibilizzare le nuove generazioni all’utilizzo di un mezzo pubblico non inquinante, veloce e adatto alla valorizzazione del territorio e del suo paesaggio: a tale scopo l’assessore regionale alle Infrastrutture e alla Mobilità, Mariagrazia Santoro, ha aderito all’iniziativa del “treno dei bimbi”, che le Ferrovie Udine-Cividale (Fuc) organizzano da diversi anni.

Al viaggio a bordo del locomotore “Cesarino” hanno partecipato 60 bambini con i genitori. Dopo aver obliterato i biglietti, che i bambini fino ai 12 anni d’età hanno ricevuto dalla Fuc gratuitamente, il treno è partito dalla stazione di Udine verso Cividale. I giovanissimi viaggiatori hanno ascoltato durante il tragitto varie letture e racconti, che sono stati a loro offerti dagli operatori dell’Associazione culturale 0432.

Evidenziando la mancata consuetudine della popolazione ad integrare, negli spostamenti quotidiani, diversi mezzi tra di loro, l’assessore Santoro ha valutato l’iniziativa della Fuc “un modo leggero e simpatico per indurre le famiglie ad usare il treno affinché questo diventi un abituale mezzo di trasporto”.

“La ferrovia Udine-Cividale è ormai una linea urbana, nel senso che anche la frequenza delle corse dei treni è tale da poter essere utilizzata come un autobus: oltre ad essere molto competitiva per i tempi di percorrenza, non si presenta per chi prende il treno alcun problema di parcheggio” ha spiegato l’assessore.

Alla stazione ferroviaria di Cividale i bambini hanno potuto assistere allo spettacolo “Storie di vento” a cura dell’associazione Teatro Positivo.

L’iniziativa, alla quale ha partecipato l’amministratore unico della Fuc, Maurizio Ionico, è servita anche per considerare ulteriormente lo sviluppo del programma di mobilità “treno + bici”, che la Fuc tra l’altro offre con Micotra, che collega il Friuli Venezia Giulia con la Carinzia.