Frecciarossa 1000: al via dal 14 giugno il servizio commerciale. Esordio con il presidente Mattarella

Roma, 27 APR – Il Frecciarossa 1000 è pronto per entrare in servizio commerciale sulla rete AV italiana.

Dal 14 giugno 2015, con l’introduzione dell’orario estivo, sei convogli della nuova serie di supertreni di Trenitalia inizieranno il loro servizio. Effettueranno otto collegamenti giornalieri no-stop tra Roma e Milano: sette di questi avranno come partenza o destinazione Torino, 4 invece Napoli.

I collegamenti effettuati con il nuovo treno aumenteranno progressivamente: a settembre 2015 diventeranno 14 mentre a dicembre, con l’orario invernale, saliranno a 22.

Il Frecciarossa 1000 ha conseguito l’omologazione a 300 km/h, tecnicamente l’AMIS (AMmissione Inserimento in Servizio) lo scorso 14 aprile, dopo circa due anni di test e prove in linea.

Il Frecciarossa 1000 è oggi, in campo ferroviario, l’emblema dell’eccellenza tecnologica e stilistica italiana: ogni sua qualità punta al top. Frutto di un investimento di 1,6 miliardi di euro da parte di Trenitalia, il Frecciarossa 1000 è veloce, confortevole, ecologico, completamente interoperabile, capace quindi di viaggiare su tutte le linee AV dell’Unione Europea e accorciare sempre più le distanze, in Italia e in Europa. I tempi di viaggio tra tutti i capoluoghi toccati dalla rete AV potranno, in futuro, ridursi ancora e la qualità del viaggio migliorare. Tutto a vantaggio di una maggiore competitività del treno rispetto all’aereo, ai pullman e alle auto.

Il Frecciarossa 1000, in sintesi, rappresenta il non plus ultra dell’ingegneria e dell’industria ferroviaria europea nel settore dei treni ad Alta Velocità.

VELOCE
Progettato per una velocità massima di 400 km/h e di una velocità commerciale di 360 km/h, il Frecciarossa 1000 è attualmente ammesso all’inserimento in servizio per i 300 km/h. Il nuovo treno di Trenitalia si distingue per un’accelerazione da zero a 300 km/h in 4 minuti e per i suoi 16 potenti motori, distribuiti su tutte le 8 carrozze, che ne fanno un treno a trazione distribuita, capace di sfruttare sempre al meglio l’aderenza ai binari. Dotato di speciali carrelli, che gli conferiscono un assetto tale da controbilanciare sempre adeguatamente le forze centrifughe dell’AV, il Frecciarossa 1000 vanta un ottimo rapporto massa/potenza, ottenuto grazie alle particolari leghe leggere utilizzate per le casse dei veicoli e per gli arredi. Ogni suo singolo dettaglio, a partire dal profilo della testata, è stato studiato e affinato per ridurre la resistenza aerodinamica, garantendo sempre sicurezza e comfort, per macchinisti e viaggiatori.

SICURO
Il Frecciarossa 1000 raggiunge il top anche in fatto di safety, perché fornito del più evoluto sistema tecnologico di controllo della marcia del treno, l’ERTMS/ETCS, che elimina la possibilità di errore umano, monitora istante per istante il viaggio e interviene in automatico, in caso di necessità. Le sue apparecchiature di segnalamento di bordo integrano i differenti sistemi gestionali nazionali con quelli unificati a livello europeo, assicurando quindi, sempre e in ogni Paese, la massima sicurezza.
La sua sicurezza deriva anche dalla massima affidabilità conseguita grazie a un sistema di diagnostica predittiva che controlla tutti gli impianti di bordo e trasmette ogni informazione utile al personale sul treno, alle sale operative, ai centri di manutenzione. Così da rendere tempestiva ed efficace la gestione di eventuali anormalità.
Ed è infine sicuro per i materiali adottati, per la distribuzione e conformazione degli spazi interni, per la sua ottima accessibilità garantita da 32 porte di entrata/uscita.

ECOLOGICO
Il Frecciarossa 1000 è il primo treno AV al mondo ad avere ottenuto la certificazione di impatto ambientale (EPD), perché riesce a contenere in 28 grammi l’emissione di CO2 a passeggero chilometro. Un risultato che si spiega grazie alla sua ridottissima resistenza aerodinamica, all’ottimo rapporto massa/potenza e al conseguente risparmio energetico. Prestazioni di eccellenza anche in fatto di abbattimento dei livelli di rumorosità, riduzione delle vibrazioni, scelta dei materiali: riciclabili per l’85% e rinnovabili per il 95%.

COMODO ED ELEGANTE
Nel Frecciarossa 1000 ogni dettaglio è stato curato con un riguardo particolare al comfort e alla qualità del viaggio: adeguata fruibilità di tutti gli spazi, ampiezza dei corridoi, sedili ergonomici, insonorizzazione acustica, luci a led, climatizzazione ambientale, accessibilità di persone a ridotta mobilità, monitor di bordo, prese di corrente per PC, connessione wi-fi. E vibrazioni pressoché inesistenti, in virtù delle particolari sospensioni di cui sono dotati i carrelli.
Frecciarossa 1000 offre ai clienti 455 posti più due per passeggeri a mobilità ridotta distribuiti su otto carrozze, ambienti eleganti e raffinati, contraddistinti dal design Bertone, e la scelta tra quattro diversi livelli di servizio (Executive, Business, Premium e Standard), una sala meeting in Executive e la possibilità di optare per i salottini vis-à-vis in Business, Premium e Standard.

Esordio ufficiale per il Frecciarossa 1000 con un ospite d’eccezione: il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Il Capo dello Stato, di ritorno da Milano, dove ha partecipato alle celebrazioni per la Festa della Liberazione, ha scelto di raggiungere la Capitale a bordo del nuovissimo convoglio Alta Velocità di Trenitalia.

Il Frecciarossa 1000, il primo dei 50 ordinati da Trenitalia, uscito dagli stabilimenti di AnsaldoBreda e Bombardier con una speciale dedica a Pietro Mennea, è partito da Milano Centrale alle 13.30 ed è giunto a Roma Termini alle 16.25, compiendo quindi il viaggio, senza fermate intermedie, in 2 ore e 55 minuti.

A bordo, oltre al Presidente, erano presenti, tra gli altri, Graziano Delrio, Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Marcello Messori, Presidente del Gruppo FS Italiane, Michele Mario Elia, Amministratore Delegato del Gruppo FS Italiane, Mauro Moretti, Amministratore Delegato di Finmeccanica, Lutz Bertling, Presidente e Chief Operating Officer Bombardier Transportation, e Manuela Olivieri, vedova di Pietro Mennea.

A bordo era presente anche una delegazione di tecnici e ingegneri delle due imprese costruttrici, AnsaldoBreda e Bombardier, rappresentate dai rispettivi vertici aziendali.

Il treno, progettato e costruito per raggiungere la velocità commerciale di 360 km/h, dopo circa due anni di test e prove tecniche ha ricevuto, lo scorso 14 aprile, l’Ammissione all’Inserimento in Servizio da parte dell’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria. Così, dal prossimo 14 giugno, con l’avvio dell’orario ferroviario estivo, inizierà il suo servizio commerciale, percorrendo la rete AV da Torino a Napoli.

La sua velocità massima, in questa prima fase, sarà di 300 km/h. Le sue caratteristiche tecniche e costruttive ne assicureranno, da subito, prestazioni di assoluta eccellenza in termini di accelerazione, aderenza, frenatura e sicurezza. Altrettanto eccellente il comfort, garantito, tra l’altro, da ampie poltrone ergonomiche, corridoi spaziosi, ambienti insonorizzati e con vibrazioni pressoché inesistenti, luci a led e servizi studiati per rispondere al meglio alle diverse esigenze e necessità di ogni viaggiatore.

Saranno inizialmente otto le corse in orario svolte dal Frecciarossa 1000 sulla rotta Roma – Milano, con quattro prolungamenti su Napoli, sette su Torino e quattro fermate a Rho Fiera Expo Milano 2015. L’offerta è destinata a crescere a settembre, con l’utilizzo del nuovo treno su altre sei corse e, ancora, a dicembre 2015, quando i collegamenti effettuati con il 1000 saliranno a 22 al giorno. A oggi sono sei i treni completi già consegnati dalle aziende costruttrici a Trenitalia. La consegna dell’intera commessa si completerà entro i primi mesi del 2017.