Emilia Romagna: Buona Mobilità, conclusi i workshop per stendere piano regionale trasporti

Bologna, 12 GEN – Tre incontri in altrettante città dell’Emilia-Romagna, 76 partecipanti tra cittadini e rappresentanti di associazioni e comitati locali, report finali con contributi e proposte. Si è concluso, con il terzo workshop di Modena del 20 dicembre scorso, il percorso partecipativo “BuonaMobilità: verso il PRIT 2025”.

Gli incontri, promossi dalla Regione per dare ascolto ai propri cittadini sui contenuti del prossimo Piano regionale integrato dei trasporti (PRIT 2025), sono stati organizzati a Modena, Faenza e Piacenza, sedi scelte per confrontarsi su come è percepita la mobilità in città di dimensioni diverse.

In ciascuna città tre ore di intenso lavoro, al quale hanno contribuito anche tecnici regionali ed esperti di comunicazione. Sono stati utilizzati, in un clima molto positivo e collaborativo, metodi di coinvolgimento, ascolto, comunicazione e facilitazione che valorizzano la creatività individuale e collettiva attraverso la co-progettazione ed elaborazione di proposte e idee in gruppi di lavoro. Il confronto si è concentrato su alcune domande e approfondimenti, riguardanti soprattutto le pratiche e i contributi che si possono dare per favorire una buona mobilità.

La discussione ha prodotto spunti e idee interessanti che confluiranno come contributo all’interno della conferenza di pianificazione, un momento, nell’ambito dell’elaborazione del PRIT, in cui la Regione incontra gli Enti locali competenti e ne raccoglie osservazioni e proposte. La voce dei cittadini servirà quindi alla stesura vera e propria del Piano regionale, a definire le sue strategie, ma soprattutto le azioni da mettere in campo in questo settore per i prossimi anni.

La Piazza online “Buona Mobilità” resterà aperta fino al 10 marzo 2017, per continuare il confronto sul PRIT anche attraverso sondaggi.