Emilia Romagna: arrestati ladri di rame. Recuperati circa 60 kg di refurtiva

Bologna, 14 GEN – Sono stati arrestati i due cittadini romeni responsabili del furto di cavi in rame, avvenuto alle porte della stazione di Bologna, che lunedì 11 gennaio aveva provocato guasti ai sistemi di circolazione, con cancellazioni e ritardi dei treni regionali sulla linea Porrettana.

I ladri sono stati sorpresi sul fatto dall’intervento tempestivo di due pattuglie della Polizia Ferroviaria di Bologna, allertate dagli agenti di Protezione Aziendale del Gruppo FS dopo l’allarme scattato nella sala di gestione e controllo della circolazione ferroviaria di Rete Ferroviaria Italiana.

Proprio la tempestività della comunicazione ha consentito il buon esito dell’operazione e la riconsegna a RFI del materiale sottratto.

I due uomini sono ora accusati di furto, aggravato dal fatto di essere stato commesso ai danni di infrastrutture comprese fra quelle destinate all’erogazione di energia, servizi di trasporto, telecomunicazioni o altri servizi pubblici.

Una modifica normativa, quest’ultima, introdotta dal legislatore nel 2013 proprio per contrastare il fenomeno dei furti di rame.