22 settembre 2019

Da ottobre in Toscana Vivalto Ansaldo Breda con bagni accessibili per tutti

toschi Vivalto

Pistoia, 19 SET – A partire dal prossimo mese di ottobre AnsaldoBreda consegnerà alla Regione Toscana i primi treni Vivalto con i bagni pienamente accessibili ai disabili in carrozzina. E’ quanto è emerso questa mattina presso lo stabilimento AnsaldoBreda di Pistoia al termine del test al quale è stata sottoposta la toilette della vettura che è quasi pronta per la consegna.
Il progetto, richiesto da questa particolare fascia di utenti e fortemente voluto dalla Regione Toscana, è attualmente in fase di realizzazione, come hanno potuto constatare l’assessore regionale alle infrastrutture e trasporti, Vincenzo Ceccarelli, e il professor Massimo Toschi, consigliere del presidente della Regione per i diritti delle persone disabili, e disabile egli stesso, che ha materialmente effettuato la prova con la sua carrozzina.
“Mi pare – ha detto al termine l’assessore Ceccarelli – che con le modifiche apportate i treni ad alta frequentazione Vivalto saranno ancora più moderni e funzionali e che venga meglio garantita l’accessibilità dei portatori di handicap, le cui precise richiesta migliorative sono state recepite in pieno. Così gli ultimi convogli della fornitura prevista per la Regione Toscana saranno dotati di un bagno più adeguato ed in grado di soddisfare meglio le esigenze delle persone a ridotta mobilità. Ringrazio quindi Trenitalia e AnsaldoBreda che hanno fatto un ottimo lavoro”.
L’adeguamento riguarderà poi, a partire da gennaio, anche gli altri treni Vivalto già entrati in servizio sia in Toscana che in Italia. “Siamo venuti – ha dichiarato Massimo Toschi – a collaudare le modifiche apportate alle toilettes dei Vivalto per capire se sono davvero accessibili alla persone con handicap. Il test è stato positivo e credo che adesso siano finalmente pienamente usabili anche dai paraplegici perchè si è creato lo spazio per la rotazione della carrozzina e quindi per un effettivo utilizzo in autonomia dei servizi igienici. Appena le prime due verranno consegnate faremo una presentazione ufficiale alla stazione di Firenze SMN, ma mi auguro che fin da ora questa evidente miglioria induca un maggior numero di disabili a far uso del treno”.
Gli interventi migliorativi sono stati realizzati sia con importanti interventi infrastrutturali soprattutto sulla struttura della toilette. Hanno riguardato la rimozione di parte della pannellatura per realizzare una nicchia per un migliore alloggiamento delle ruote, il montaggio di un mancorrente ribaltabile sulla parete per favorire il sollevamento dalla carrozzina, l’ampliamento dello spazio nel corridoio di accesso (che passerà da 69 a 82 centimetri di larghezza) per facilitare l’entrata nella toilette. Gli altri accorgimenti per migliorare la fruibilità hanno riguardato l’aggiunta di un nuovo pulsante di SOS, l’installazione di un nuovo maniglione di appoggio/sollevamento e lo spostamento del cestino per i rifiuti.