13 novembre 2019

Bolzano: nuovo taxi per diversamente abili in carrozzina, in collaborazione con la cooperativa Servizio Taxi

nuovo taxi bolzano

Bolzano, 17 OTT – E’ stato presentato questa mattina in piazza Walther a Bolzano un nuovo taxi per diversamente abili in carrozzina. L’iniziativa nasce dalla stretta collaborazione tra Comune di Bolzano (Assessorato alla Mobilità e alle Politiche Sociali) e la cooperativa Servizio Taxi del capoluogo. Presenti in conferenza stampa gli Assessori competenti Jutdith Kofler Peintner, Mauro Randi e Patrizia Trincanato (Pari Opportunità) oltre al presidente della coop. Mauro Ortombina, il presidente della Consulta comunale per le disabilità Giorgio Tonin e il Consigliere comunale referente per queste problematiche Ubaldo Bacchiega.
Il mezzo presentato stamane consente il trasporto di persone in carrozzina, anche elettrica. Basta una semplice chiamata specificando che si richiede il taxi accessibile. Le tariffe sono quelle normalmente in vigore ed il servizio è garantito 24 al giorno. In sede di presentazione è stato ricordato che “si tratta di un grande passo in avanti, perché rende questa città più fruibile a tutti. E non è un mezzo riservato solo a chi è in carrozzina. È versatile, può trasportare chiunque e quando c’è bisogno anche chi ha una disabilità”. Il taxi è stato acquistato ed attrezzato grazie anche ad un contributo di AEW .
“Crediamo che una città come Bolzano debba eliminare tutte le barriere, a partire proprio da quelle legate ai servizi pubblici di trasporto. Trasporteremo – ha detto Ortombina – persone con disabilità. Ma non solo. Speriamo siano finalmente soddisfatte avendo a disposizone un’auto così equipaggiata e confortevole”.
Come detto, chi chiama o prenota un taxi, dovrà solo specificare che ha bisogno del taxi accessibile al numero 0471-981111 oppure al numero cellulare dedicato 333-4046440. “Finora abbiamo sempre trasportato i disabili, ma contiamo di completare il nostro servizio con questo mezzo attrezzato. Su questo taxi, infatti, potrà salire anche un disabile seduto sulla sua carrozzina”.