Bolzano: nuove rotaie e impianti lubrificanti, a Chiusa cala il rumore del treno

Bolzano, 13 NOV – Uno studio e un sondaggio dell’Ufficio provinciale aria e rumore confermano: a Chiusa in val d’Isarco il rumore provocato dal treno è diminuito da quando sono stati montati gli impianti lubrificanti sui binari e sono state sostituite le rotaie. Il progetto prevede ora l’installazione degli impianti lubrificanti in altri 5 Comuni sulla linea del Brennero.

Effetti positivi contro il rumore dagli impianti di lubrificanti installati sui binari a Chiusa
Oltre alla sostituzione dei binari eseguita da RFI nell’autunno 2013, sulla tratta ferroviaria a Chiusa sono stati montati impianti lubrificanti nell’ambito del progetto finanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR). “A causa della conformazione topografica del nostro territorio non è sempre possibile o efficace installare barriere antirumore, per questo i nuovi sistemi rappresentano una possibilità concreta e conveniente in termini di costi per limitare il rumore dei treni”, sottolinea l’assessore provinciale all’ambiente, Richard Theiner.

La sperimentazione è iniziata nel 2012, “con l’obiettivo – spiega Georg Pichler, direttore dell’Ufficio provinciale aria e rumore – di trovare soluzioni alternative per ridurre il rumore ferroviario.” Gli impianti lubrificatori sono congegni che vengono montati all’inizio delle curve dei binari, composti da un gabbiotto che contiene il fluido lubrificante e un sistema pompante. All’interno della rotaia esterna del binario viene montato un apparecchio da cui, al passaggio del treno, fuoriesce il fluido. In tal modo le ruote dei convogli in transito trasportano e spalmano il lubrificante per un lungo tratto di rotaia.

L’Università tecnica di Berlino, incaricata di eseguire i rilievi tecnici e fonometrici, ha presentato la sua relazione conclusiva: risulta evidente che il livello sonoro tra il 2012 e il 2014 si è ridotto di circa 10 dB, vale a dire di circa la metà nella percezione. Il risultato, confermato anche da un sondaggio condotto tra i cittadini di Chiusa che vivono lungo la ferrovia, è da attribuire principalmente alla sostituzione dei binari. “Con la collaborazione di RFI – aggiunge Pichler – abbiamo verificato quanto lo stato di usura delle rotaie sia determinante ai fini del rumore. Ci aspettiamo ora che l’impiego dei lubrificatori contribuisca a rallentare il deterioramento dei binari e indirettamente a ridurre il rumore”.

Il progetto europeo, seguito dall’Agenzia provinciale per l’ambiente, prosegue ora con l’installazione di impianti lubrificanti in altri 5 punti critici della linea ferroviaria: nei comuni di Bolzano in zona Rencio, Chiusa, Ponte Gardena, Bressanone e Brennero lunghi tratti di binario con varie curve saranno ingrassati con il sistema lubrificante PAL-Lincoln. Le varie fasi del progetto “mitiga.rumore”, le relazioni conclusive e tutti gli sviluppi futuri sono disponibili online alla pagina www.provincia.bz.it/mitiga-rumore.