Bolzano: novità per tratte e tariffe degli autobus notturni Nightliner nel 2016

Bolzano, 15 DIC – Il servizio di bus notturno Nightliner, grazie alla delibera approvata dalla Giunta provinciale, viene dunque confermato sino al 10 dicembre del 2016 nelle Comunità comprensoriali Oltradige/Bassa Atesina, Burgraviato, Val d’Isarco, Val Pusteria e Salto/Sciliar. “Si tratta di un’offerta molto apprezzata non solo dai ragazzi, ma anche dai genitori – sottolinea l’assessore Florian Mussner – dato che garantisce il ritorno a casa in orario notturno in condizioni di sicurezza in tutti i fine-settimana e anche a San Silvestro”. Capitolo costi: la spesa prevista è di poco superiore al milione di euro, circa 283mila verranno messi a disposizione dalle Comunità comprensoriali Burgraviato, Val d’Isarco, Val Pusteria e Oltradige/Bassa Atesina, oltre che dai Comuni di Castelrotto e Fiè allo Sciliar, i restanti 626mila euro saranno invece a carico della Provincia.

“Si tratta di soldi ottimamente investiti – precisa Mussner – in quanto contribuiscono a prevenire le più ricorrenti cause di incidenti fra i giovani, ovvero alcol e stanchezza. Queste risorse sono investite nella sicurezza”. In virtù di alcune esigenze emerse negli ultimi mesi, il servizio di Nightliner subirà alcune variazioni, soprattutto per quanto riguarda la Val Pusteria, dove su alcune tratte si registrava un discreto sovraffollamento dei mezzi. Entrano a far parte delle fermate effettuate lungo il percorso dei Nightliner, infatti, anche i locali K1 di Brunico e Punka di Versciaco, nei mesi invernali sarà operativa anche la linea 446 fra Sesto, Versciaco e Sillian, ed è previsto anche un servizio di navetta con Lappago e Rio Bianco. In Val Passiria, invece, gli shuttle proseguiranno sino a Valtina anziché fermarsi a Stulles e Corvara.

Previsto inoltre l’adeguamento delle tariffe, rimaste invariate nel corso degli ultimi anni. A partire dal 18 dicembre 2015, sui Nightliner in servizio in Bassa Atesina/Oltradige, Val Venosta-Burgraviato, Valle Isarco-Val Pusteria e nella zona dello Sciliar, il costo del biglietto singolo sarà di 3 euro e di 5 euro per gli orari notturni (ticket da acquistare a bordo). Prevista anche la possibilità di avere a disposizione una tessera da 10 notti al costo di 30 euro acquistabile presso le biglietterie automatiche. Per i possessori di AltoAdige Pass oppure AltoAdige Pass Abo+ con i servizi di pagamento attivati, sarà sufficiente effettuare il check-in alla salita a bordo, nel caso di più obliterazioni effettuate nella stessa notte verrà addebitata automaticamente la tariffa del biglietto notturno pari a 5 euro. Attraverso il conto utente personale dell‘AltoAdige Pass, infine, è possibile acquistare e caricare sul proprio AltoAdige Pass il biglietto per 10 notti alla tariffa di 30 euro. Mussner ha lodato la buona collaborazione con i Comuni e l’impegno dei rappresentanti dei giovani a supporto del miglioramento del servizio.