Bologna: Car Sharing Tper, scelto il progetto vincitore del concorso “Think green, be creative”

Bologna, 15 GIU – E’ giunto a conclusione il concorso di idee lanciato da Tper lo scorso marzo per promuovere l’uso dell’auto condivisa e sensibilizzare il pubblico, soprattutto quello più giovane, sulla valenza positiva del Car Sharing per la collettività. Tra diverse valide proposte pervenute dai giovani grafici, una giuria di esperti di comunicazione visiva e arte ha scelto l’idea creativa vincente.

Il Car Sharing – si legge in un comunicato Tper – incarna una concezione nuova e flessibile della mobilità urbana e rappresenta una valida alternativa all’auto di proprietà sia per i privati sia per le aziende. Optare per l’auto ad utilizzo flessibile significa contribuire a ridurre il traffico e l’inquinamento atmosferico, nel rispetto del contesto di vita urbano e dell’ambiente: meno automobili in circolazione e meno emissioni nocive, per una mobilità sostenibile, che migliora la qualità della vita in città. Car Sharing significa anche ridurre i costi per gli spostamenti e incidere positivamente sul bilancio familiare.

A Bologna, questo servizio trova ulteriore motivo di convenienza e comodità: oltre ad avere a disposizione un’auto, evitandone i costi fissi (bollo, assicurazione, manutenzione, ecc.) e pagando solo per l’effettivo utilizzo del mezzo, chi usa il Car Sharing beneficia anche di notevoli vantaggi sul piano della mobilità: accesso al centro storico (ZTL e zona T, ad eccezione dei T-days), libertà di circolazione anche in caso di giorni di blocco del traffico, possibilità di percorrere le corsie preferenziali, sosta gratuita nelle aree contrassegnate da strisce bianche e blu.

In questo contesto, si inseriva il concorso d’idee e creatività “Think Green Be Creative”, che aveva per oggetto la creazione della vestizione grafica di un’auto della flotta di Io Guido Car Sharing.

Il Concorso, rivolto ai giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni e a cui hanno aderito 41 creativi, ha messo in palio, oltre all’iscrizione gratuita a “Io Guido Car Sharing”, un premio del valore complessivo di 2.000 euro, di cui 500 in corrispettivo gratuito di utilizzo del servizio.

La Commissione giudicatrice – composta dal professor Andrea Boeri, direttore del Dipartimento Facoltà di Architettura di UNIBO, dalla professoressa Silvia Evangelisti, docente dell’Università di Bologna ed esperta d’arte e comunicazione visiva, e dal dottor Michele Pastore, grafico che opera nel contesto dell’Urban Center di Bologna – ha potuto apprezzare la qualità di tutti i progetti presentati, sia in termini realizzativi sia sul piano della creatività, elementi che hanno reso ardua e interessante la scelta dell’idea vincitrice, oltre ad arricchire di contenuti preziosi la discussione in sede di valutazione.

Il progetto vincitore di questo “contest d’idee” è quello di Matthieu Carlon di Saint-Vincent, in provincia di Aosta, che è stato selezionato in virtù dell’ottima rispondenza ai requisiti del bando, per l’efficacia comunicativa, per la potenziale ampiezza e flessibilità d’uso: oltre all’intera carrozzeria dell’auto, la proposta vincitrice prevedeva la declinazione anche su altre matrici e supporti. Il vincitore è stato premiato oggi dalla Presidente di Tper, Giuseppina Gualtieri.

La giuria ha inoltre ritenuto di menzionare altri due progetti di particolare valore, rispettivamente quelli di Erika Nardi e Silvia Sacchetti, giovani creative bolognesi. Una o più delle diverse proposte ricevute potrebbero presto far mostra di sé su auto della flotta Io Guido Car Sharing; da oggi, tutti gli elaborati pervenuti sono in esposizione presso l’Urban Center Bologna in SalaBorsa, dove resteranno all’attenzione del pubblico fino al 30 giugno prossimo.

Tper, che opera in ogni ambito dell’intermodalità metropolitana e gestisce il car sharing bolognese, è impegnata nel promuovere e incentivarne la diffusione.

“Io Guido Car Sharing” è, infatti, in fase di forte espansione: per il 2016 Tper si propone di portare la flotta a 60 vetture, di cui 41 nuove Fiat 500, 500L, 500XL, acquisite con un contributo che il Comune di Bologna eroga tramite fondi del Ministero dell’Ambiente.

Tra nuove acquisizioni e dismissioni di vetture con maggiore anzianità di servizio, le auto a doppia alimentazione (benzina/metano o benzina/gpl) entro fine anno raggiungeranno l’85 per cento del parco veicolare. Parallelamente, sarà ampliata la rete degli stalli in città, ovvero i punti di prelievo e restituzione delle auto, per garantire una copertura sempre più capillare del servizio sul territorio. In più, Tper sta lavorando per garantire agli utenti sempre maggiore flessibilità, comodità e facilità di accesso al servizio: sono in dirittura d’arrivo la possibilità di iscriversi online (oggi lo si può fare recandosi fisicamente allo sportello dedicato di via Magenta) e un’ulteriore semplificazione tariffaria. Sono numerose, inoltre, le agevolazioni previste, a cominciare dall’opportunità per tutti gli abbonati annuali Tper di aderire a “Io Guido Car Sharing” gratuitamente, senza cioè dover pagare la quota fissa annuale: un vantaggio finalizzato a favorire l’intermodalità “intelligente”, a vantaggio sia dell’utilizzo del mezzo pubblico, sia di un uso ponderato e consapevole dell’auto in città.