Bergamo: viaggio in tram e visita in TEB per l’assessore regionale alle Infrastrutture Sorte

Ranica, 10 FEB – L’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità di Regione Lombardia, Alessandro Sorte, ha visitato oggi la sede TEB di Ranica.
Accompagnato dal Presidente TEB, Filippo Simonetti e dall’Amministratore Delegato, Gianni Scarfone, l’Assessore Sorte ha raggiunto l’Azienda in tram dal capolinea cittadino della linea Bergamo-Albino, e ha visitato oltre agli uffici, il deposito dei tram, gli impianti, l’officina e il centro di controllo operativo.
“Conoscere TEB significa anche vedere e toccare con mano il sistema tram: il deposito di Ranica è infatti il cuore operativo del servizio, un vero e proprio centro nevralgico, governato e gestito con professionalità, per garantire ogni giorno alle migliaia di passeggeri in viaggio un servizio efficiente e comodo, valida alternativa all’utilizzo del mezzo privato” – dichiara Filippo Simonetti, Presidente TEB.
“Un collegamento su ferro – continua Simonetti – che ha contribuito a trasformare il territorio, ampliandone i confini, connettendo le persone ai servizi, generando valore economico, urbanistico e sociale. Un fiore all’occhiello della mobilità bergamasca. Regione Lombardia ha adottato, proprio in questi giorni, il Programma Regionale della Mobilità e dei Trasporti che orienta le scelte infrastrutturali del futuro; il potenziamento metrotranviario di Bergamo è stato indicato come progettualità, attualmente senza risorse ma individuato esplicitamente come parte integrante delle reti infrastrutturali prioritarie per il territorio lombardo. Una scelta lungimirante, di cui ringrazio l’Assessore Sorte, che contribuirà a collegare luoghi e persone e concorrerà a rendere il territorio bergamasco più sostenibile e competitivo”.

“Stiamo lavorando per sostenere concretamente il trasporto pubblico locale anche a Bergamo e il Programma Regionale per la Mobilità ne è testimonianza viva” – dichiara Alessandro Sorte, Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia. “Il ruolo che gioca sul territorio un’azienda come TEB – continua Sorte – è cruciale per assicurare ai cittadini un servizio di qualità, in grado di soddisfare le crescenti esigenze di mobilità. Proprio per questo Regione Lombardia valuta un maggior incremento del cofinanziamento per 300mila euro a favore di TEB. Benché il governo abbia scelto di tagliare continuamente risorse al trasporto pubblico, Regione Lombardia è impegnata a trovare le energie necessarie a garantirne efficienza e funzionalità. Non solo, la Lombardia vuole scommettere sulla mobilità come fattore di crescita e sta lavorando per migliorare l’insieme della rete per fare di Bergamo una delle città meglio collegate al resto della Regione e al territorio nazionale. Con la creazione delle Agenzie per il Tpl poi, abbiamo voluto dare certezza ad un settore vitale per tutti i cittadini”