Approvato schema di convenzione tra Provincia, Comune di Verona e di Legnano per bacino territoriale TPL

Verona, 23 LUG – Il Consiglio comunale ha approvato ieri sera, con 22 voti favorevoli e 9 contrari, lo schema di convenzione tra la Provincia di Verona, il Comune di Verona e il Comune di Legnago per la costituzione dell’Ente di governo del bacino territoriale ottimale e omogeneo di Verona del trasporto pubblico locale.
Il documento prevede che il Comune di Verona metta a disposizione della Provincia di Verona, per l’esercizio delle funzioni di Ente governo del bacino territoriale veronese, i programmi informatici nonché le basi dati e cartografiche; due addetti full time; tutte le informazioni e la documentazione necessaria per l’esercizio delle funzioni e delle attività delegate. Secondo la delibera, inoltre, la convenzione dovrà precisare che la Regione Veneto corrisponderà le risorse finanziarie assegnate per i servizi minimi direttamente ai singoli Enti locali convenzionati e che il Comune di Verona e il Comune di Legnago si obbligano a trasferire le somme percepite alla Provincia di Verona.
Accolto dall’assessore alla Mobilità Enrico Corsi l’emendamento a firma del consigliere Civica per Verona Alberto Zelger. Con 19 voti favorevoli e 10 contrari, il Consiglio comunale ha espresso parere favorevole al rilascio del permesso di costruire in deroga per la realizzazione di un nuovo edificio produttivo destinato a magazzino non presidiato in ampliamento dell’attività produttiva dell’impresa F.lli Sensi Spa in via Bresciana 44.
Approvato, con 20 voti favorevoli e 9 astenuti, il riconoscimento della legittimità di debito fuori bilancio, per complessivi 718.280 mila euro, derivante dall’esecutività della sentenza della Corte d’Appello di Venezia emessa in esito al giudizio promosso dai signori Recchia e Fiorio a seguito della procedura espropriativa svolta per la realizzazione dei parcheggi A,B,C e Palazzetto tennis-tavolo in zona stadio e della Tangenziale ovest.
Approvato, con 29 voti favorevoli, 2 contrari e 9 astenuti, il riconoscimento della legittimità di debito fuori bilancio, per complessivi 7.130 euro, derivante dall’esecutività della sentenza della Corte d’Appello di Venezia emessa in esito al giudizio promosso dall’associazione Tennis Tavolo Verona a seguito di mancato pagamento di un servizio smontaggio e rimontaggio attrezzature pongistiche.
Con 20 voti favorevoli e 10 astenuti, è stata approvata la delibera per variazioni e storni del bilancio di previsione 2014 e bilancio pluriennale 2014/2016 e per la destinazione di parte dell’avanzo di Amministrazione dell’esercizio finanziario 2013. Ad inizio seduta è stata approvata all’unanimità, con 29 voti favorevoli, la mozione presentata dal gruppo consiliare Pd, primo firmatario il consigliere Daniele Fermo, che impegna il Sindaco e la Giunta “a condividere e sostenere la proposta di legge per il riconoscimento dell’infortunio in itinere per i lavoratori che usano la bicicletta durante il percorso di andata e ritorno dal luogo di abitazione a quello di lavoro; di trasmettere la presente mozione alla Federazione Italiana Amici della Bicicletta Onlus”.
Inoltre, approvata all’unanimità, con 28 voti favorevoli, la mozione presentata dal gruppo consiliare FI, primo firmatario il capogruppo Daniele Polato, che in merito alla convenzione per l’affidamento ad un privato della gestione dell’entrata nel cortile della Casa di Giulietta, impegna la Giunta “a sospendere immediatamente l’applicazione della convenzione e ad avviare un confronto con la commissione competente per arrivare ad un maggiore valorizzazione della Casa”.
La seduta, come concordato nella riunione dei capigruppo riunitasi ieri ad inizio Consiglio, si è chiusa alle ore 21.20. I lavori dell’aula riprenderanno nel pomeriggio di oggi per l’esame della ratifica dell’accordo di programma, sottoscritto lo scorso 9 luglio tra Comune di Verona e Amt, per la variante urbanistica riguardante la realizzazione del sistema filoviario cittadino; della ratifica dell’accordo tra il Comune di Verona e l’Autostrada A4 per la realizzazione dello svincolo di via Vigasio sulla tangenziale sud; della proposta di delibera per l’acquisizione a titolo gratuito di beni immobili di proprietà dello Stato; dell’ordine del giorno, a firma del consigliere Civica per Verona Alberto Zelger, su “Famiglia, educazione e libertà di espressione”.