Al museo ferroviario di Pietrarsa grande successo per “Noapolis”, il concerto di Noa per la pace

Napoli, 8 GEN – Applausi a scena aperta per Noa, l’artista israeliana che si è esibita la sera di sabato 3 gennaio sul palcoscenico allestito nella suggestiva sala delle locomotive, al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, davanti a un pubblico che ha riempito ogni ordine di posti.

“Noapolis” il titolo dello spettacolo nel corso del quale la cantante ha interpretato brani del repertorio classico napoletano accompagnata, oltre che dal suo inseparabile direttore musicale e virtuoso chitarrista, Gil Dor, dal Solis String Quartet, complesso d’archi partenopeo che collabora con loro da circa un decennio.

Spazio anche all’orchestra giovanile “Sanitansamble” che ha contribuito al successo della serata.

L’evento, presentato la mattina stessa alla stampa nella Sala Conferenza del polo museale porticese, è stato promosso e organizzato dal Comune di Portici, impegnato in un ambizioso progetto di valorizzazione della Città, in collaborazione con Ferrovie dello Stato Italiane e la Fondazione FS.

Alla conferenza hanno partecipato, oltre agli artisti, il Sindaco di Portici, Nicola Marrone, e il Direttore della Fondazione FS, Luigi Cantamessa.

La stessa Noa ha sottolineato, nel suo intervento, come Pietrarsa sia, aprendosi come vera e propria finestra sul Mediterraneo, luogo ideale dal quale trasmettere il messaggio di pace tra i popoli che il suo spettacolo propone.

Inoltre, raccontando ai presenti della sua infanzia newyorkese e dei suoi spostamenti in metropolitana, ha spiegato come per lei il treno rappresenti, così come dovrebbe accadere nella vita, un’opportunità per gente di diversa razza, condizione sociale e fede, di viaggiare insieme verso una meta comune.