Addio linea storica a Modena. Al suo posto dal 30 novembre una galleria di 2 chilometri

Modena, 28 NOV – E’ stata collaudata una galleria interrata di quasi due chilometri prima dello “switch” che dirà addio alla linea ferroviaria storica a Modena. Nel tunnel lungo 1.947 metri tra il capoluogo (Cittanova) e la reggiana Rubiera (San Cataldo), proprio sotto l’autostrada A1, è stata praticata un’esercitazione con simulazione d’incidente nella serata del 27 novembre, secondo un piano di emergenza approvato e illustrato dalla prefettura.

La galleria, così come tutto il nuovo tratto (quasi nove chilometri) della Bologna-Piacenza, sarà aperta al traffico dalle 16 del 30 novembre, dopo 24 ore di agganciamento dei binari e prove varie.

Viste le frequenze sulla linea in questione (203 treni ogni giorno), la circolazione sarà interrotta binario dopo binario per cercare di ridurre al minimo (meteo permettendo) i disagi per gli utenti, anche attraverso l’attivazione di un servizio di bus sostitutivi. Tutto questo fino alla definitiva apertura alle 16 del 30. Dopodiché i treni di passaggio in stazione utilizzeranno la nuova linea ferroviaria realizzata, galleria compresa, in occasione della costruzione dell’Alta velocità.

Servirà poi un’opera di ricucitura della città attorno al vecchio tracciato ferroviario; contestualmente al superamento della linea storica, lo scalo merci si sposterà nella zona di Marzaglia, verso Rubiera.