15 dicembre 2018

Abruzzo: trasferiti ai Comuni fondi per trasporto studenti disabili

autobus studenti disabili

Pescara, 18 OTT – “La Regione Abruzzo sta garantendo e garantirà per il futuro tutte le risorse finanziarie ai comuni per il trasporto dei disabili”. Lo afferma l’assessore alle Politiche sociali, Marinella Sclocco, che cita, nello specifico, i provvedimenti amministratici con i quali sono stati liquidati i fondi ai Comuni.

“Per l’anno scolastico in corso – spiega l’assessore – la Regione ha previsto una spesa, in base ai dati storici forniti dalle Province, di 800 mila euro. Lo scorso 31 agosto sono state liquidate le somme ai Comuni, in base al protocollo d’intesa che la Regione ha sottoscritto con i Comuni lo scorso luglio. Successivamente tale protocollo d’intesa è stato recepito da tutti i Comuni”.

“Per evitare che qualche utente potesse rimanere fuori – prosegue l’assessore Sclocco – gli uffici regionali delle Politiche sociali hanno contattato i comuni per accertarsi la reale esigenza di trasporto disabili per l’anno scolastico 2016/2017, impegnandosi a trasferire le risorse, dato che le previsioni di spesa erano state fatte sui dati storici forniti dalle Province”.

L’intesa sottoscritta a luglio prevede poi una seconda fase di erogazione delle risorse, sempre per l’anno scolastico in corso. Queste risorse dovevano essere trasferite dallo Stato alle Regioni e lo scorso 4 ottobre il Governo ha pubblicato il decreto che trasferisce le risorse.

“Il giorno dopo – sottolinea l’assessore alle Politiche sociali – gli uffici regionali hanno provveduto a stilare la ripartizione ai singoli Comuni delle risorse assegnate dal decreto ministeriale. In questi giorni si stanno predisponendo gli atti amministrativi legati al trasferimento, e cioè la variazione del bilancio regionale in entrata e successivamente l’atto di liquidazione ai singoli comuni. È il caso di ricordare – conclude l’assessore Sclocco – che in questo caso non esiste alcuna compartecipazione delle famiglie, come qualcuno strumentalmente vuole far credere”.