Abbonati AV Trenitalia: definite le regole in vigore dal 1° gennaio. Prenotazioni facilitate

Roma,19 NOV – Le nuove regole per gli abbonati AV di Trenitalia entreranno in vigore dal prossimo 1° gennaio 2016, pertanto, prima di salire a bordo dei treni Frecciarossa e Frecciargento, sarà necessario che i clienti prenotino il proprio posto.
La prenotazione, gratuita, potrà essere fatta comodamente sul sito Trenitalia.com, oppure rivolgendosi alle biglietterie Trenitalia, alle self service, al call center 89.20.21 o alle Agenzie di Viaggio convenzionate. La prenotazione può essere effettuata per singoli viaggi o mediante la funzionalità della “prenotazione multipla”.
Aderendo alle indicazioni dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, Trenitalia ha previsto, per i clienti che in prossimità della partenza del treno prescelto (30 minuti) non abbiano potuto prenotare posti in Standard o in 2a classe in quanto ormai esauriti, la possibilità di utilizzare gratuitamente l’upgrade di servizio last minute in Premium o Business nel limite dei posti disponibili.
Questa nuova funzionalità sarà gratuita e disponibile su tutti i canali di Trenitalia.
Si ricorda che l’abbonamento AV può essere inoltre utilizzato per accedere anche ai treni del servizio Frecciabianca ed Intercity sulla relazione prescelta. Trenitalia esaminerà inoltre con le singole Regioni la possibilità di estendere l’accesso anche ai treni regionali.
La prenotazione garantisce agli abbonati di assicurarsi gratuitamente un posto a sedere, evitando così la presenza di viaggiatori in piedi in aree di servizio e di transito, e consente a tutti i clienti presenti sul treno di beneficiare di un servizio adeguato in termini di qualità e sicurezza.
A tal fine, il numero degli abbonamenti disponibili mensilmente sarà determinato in base ai dati storici secondo le varie tratte con l’obiettivo di soddisfare l’esigenza della base di clientela Trenitalia già esistente.
Non sarà quindi possibile accedere al treno senza prenotazione. La mancanza di prenotazione del posto sarà regolarizzata a bordo con penalità prevista di 8 euro.